I film dell’anno 2020-2021

Quella appena trascorsa è stata certamente l’annata più difficile della storia del cinema dal secondo dopoguerra. Le sale hanno aperto solo qualche settimana, tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno, prima di un lunghissimo inverno.

La Mostra di Venezia è stato l’unico grande festival a resistere alla pandemia, mentre Berlino ha dovuto adeguarsi a un’edizione solo virtuale e Cannes, dopo aver rinunciato all’edizione del 2020, si è spostata nel 2021 a metà luglio, finendo per non avere quasi alcuna influenza sulla stagione in corso.

L’hanno fatta da padrona le piattaforme, quelle consolidate, Amazon, Netflix, Disney+, e quelle emergenti, MioCinema, MyMovies, Chili, che hanno colmato un vuoto che ancora è palpabile. Per questo motivo abbiamo annullato la distinzione tra lavori distribuiti in sala e inediti. Non aveva più alcun senso, quest’anno.

In testa per noi c’è Small Axe: Lovers Rock il secondo episodio del quintetto antologico, girato da Steve McQueen per la BBC sull’esperienza delle comunità londinesi di origine caraibica, a cavallo tra anni ’70 e ’80.

Cinque film unici, ma il leopardiano Lovers Rock toglie il fiato.

Al secondo posto, premio Oscar al miglior film internazionale e premio EFA, Un altro giro di Tomas Vinterberg, che era, come McQueen, nella selezione di Cannes 2020. Mads Mikkelsen ha il ruolo di una vita e il film è un inno ad abbracciare dolori e fallimenti con la malinconia allegra dell’ebbrezza.

Terzo posto per First Cow, uscito su MUBI a luglio, dopo aver debuttato alla Berlinale nel febbraio 2020, è un grande film, che racconta il capitalismo americano e il sogno della Frontiera, con pochissimi elementi e una grande umanità.

Appena fuori dal podio troviamo Christian Petzold che riunisce lo stesso cast de La donna dello scrittore e ci regala con Undine una fiaba moderna che è anche un trattato della storia di una città, Berlino, attraverso il segno del potere nella sua architettura.

Straziante e necessario Mai raramente a volte sempre è un piccolo gioiello indie, che viene dalla Berlinale 2020 ed è il racconto di un’interruzione di gravidanza ma anche un viaggio nella grande città, da parte di una ragazzina di provincia, costretta a scoprire il mondo troppo presto.

Al sesto posto  troviamo Roubaix, une lumière, il nuovo film di Desplechin, che aveva debuttato a Cannes 2019 ed è poi arrivato nelle sale italiane nell’estate 2020. Una città impoverita, un poliziotto solo, due ragazze che si confrontano con il Male: un grande affresco notturno e dolente.

Al settimo posto la grande rivelazione della stagione, l’Orso d’Oro di Berlino 2021, Radu Jude, con il suo Sesso sfortunato o follie porno, summa del suo cinema politico, che scava nell’ipocrisia della società rumena.

Il film è uno dei pochi che mostra la pandemia senza finzioni, con mascherine, distanziamento e volgarità.

Collective è un altro bellissimo film rumeno, un documentario su un incendio devastante durante un concerto rock, che diventa un atto d’accusa al sistema sanitario pubblico di un intero Paese. Presentato a Venezia nel 2019 e candidato a due Oscar, è una grande inchiesta giornalistica.

Al nono posto Marx non può aspettare di Marco Bellocchio, Palma d’onore a Cannes, con un ritratto del fratello gemello morto suicida nel 1968, che è una nuova bruciante indagine sulla sua famiglia, che ha trasfigurato spesso nei suoi film e che qui si mostra senza filtri.

Chiude la top ten Mank di David Fincher, che parte da un’idea completamente sbagliata e riesce ugualmente a fare un ottimo film sulla lavorazione di Quarto potere, attraverso il ritratto di un uomo messo ai margini che si prende una rivincita su tutti, scrivendo il suo capolavoro, quando nessuno più se l’aspettava.

Di seguito la classifica integrale e i link alle nostre recensioni:

  1. Small Axe – Lovers Rock
  2. Un altro giro
  3. First Cow
  4. Undine
  5. Mai raramente a volte sempre
  6. Roubaix, una luce nell’ombra
  7. Sesso sfortunato o follie porno
  8. Collective
  9. Marx può aspettare
  10. Mank
  11. Soul
  12. The Father
  13. Volevo nascondermi
  14. Wolfwalkers – Il popolo dei lupi
  15. Notizie dal mondo
  16. Wendy
  17. Zack Snyder’s Justice League
  18. Corpus Christi
  19. MandibulesDue uomini e una mosca
  20. Notturno
  21. Nomad – In cammino con Bruce Chatwin
  22. No Sudden Move
  23. Un divano a Tunisi
  24. Monos
  25. The Nest