Roma e La Favorita conquistano 10 nominations agli Oscar!

Sono Roma di Alfonso Cuaron e La Favorita di Yorgos Lanthimos a dominare le nominations dei 91° Premi Oscar, annunciate da pochi minuti.

Dieci candidature per ciascuno, comprese quelle più importanti per il miglior film, la migliore regia, attrici protagoniste e non protagoniste e sceneggiatura.

Un trionfo tutto straniero e certamente molto d’essai, dopo che troppi premi sinora avevano lisciato il pelo a film decisamente più popolari, che pure hanno conquistato il loro spazio anche agli Academy Awards.

Dietro al duo di testa troviamo con 8 candidature Vice di Adam McKay, A Star is Born di Bradley Cooper, quindi con 7 Black Panther della Marvel, con 6 BlacKkKlansman di Spike Lee.

Un bel gruppo eterogeneo, che si completa con i cinque riconoscimenti a Green Book e a Bohemian Rhapsody: questi sono gli otto film nominati anche all’Oscar per il miglior film dell’anno.

Tra i produttori troviamo pezzi grossi di Hollywood come Kevin Feige (Marvel), Jason Blum (Blumhouse), Dede Gardner (Plan B), Graham King, Jim Burke (Focus Features).

Difficile polemizzare con una scelta così ecumenica.

A conferma di un’attenzione non scontata al cinema di qualità, all’Academy è piaciuto molto anche Cold War di Pawel Pawlikowski, giustamente nominato non solo come miglior film straniero, ma anche per la regia sontuosa del maestro polacco, cresciuto in Inghilterra, e per la fotografia di Lukasz Zal.

Anche quest’anno tra i cinque migliori registi troviamo più stranieri che americani: Pawlikowski appunto, il messicano Cuaron, il greco Lanthimos e poi Spike Lee e Adam McKay.

Cuaron ha raccolto 4 candidature, per la produzione, la regia, la fotografia e la scrittura del suo Roma: ha così pareggiato gli exploit di Orson Welles, Warren Beatty e dei Fratelli Coen, che per Quarto Potere, Il paradiso può attendere, Reds e Non è un paese per vecchi avevano raccolto lo stesso numero di candidature. Avesse ottenuto anche quella per il montaggio avrebbe battuto un record storico.

Roma ha inoltre pareggiato La tigre e il dragone per il film straniero con più nominations.

Paul Schrader alla tenera età di 72 anni, dopo aver scritto capolavori come Yakuza, Taxi Driver, Toro Scatenato, Tuta Blu, American Gigolò, Mishima, L’ultima tentazione di Cristo, Lo Spacciatore, Affliction, Al di là della vita, ottiene la sua prima nomination agli Oscar per First Reformed, uno dei film più belli e necessari della stagione, snobbato dalla giuria di Venezia 2017, uscito un anno dopo negli States e ancora inedito in Italia, con un Ethan Hawke monumentale, che è uno scandalo non ritrovare tra i cinque migliori attori.

Anche per Spike Lee è la prima candidatura in oltre trent’anni di carriera. Era ora. E’ solo il sesto regista afroamericano a riuscire nell’impresa dopo John Singleton (Boyz n the Hood), Lee Daniels (Precious), Steve McQueen (12 anni schiavo), e Barry Jenkins (Moonlight) e Jordan Peele (Get Out). Nessuno è mai riuscito a vincere, anche se 12 anni schiavo e Moonlight hanno conquistato l’Oscar per il miglior film.

Tra i migliori attori Christian Bale dovrà vedersela con Rami Malek, Bradley Cooper, Willem Dafoe e Viggo Mortensen, mentre tra le attrici la regina Olivia Colman dovrà confrontarsi con la Aparicio di Roma, con Glenn Close, Lady Gaga e Melissa McCarthy.

La ballata di Buster Scruggs dei Coen strappa tre candidature per l’adattamento, i costumi e la canzone di Tim Blake Nelson.

Tra le animazioni Gli Incredibili 2 dovrà vedersela con Mirai di Hosoda, con Ralph spacca Internet, con L’isola dei cani di Wes Anderson e con Spider-Man: un nuovo universo.

Se consideriamo i pluricandidati, Diane Warren è arrivata alla sua decima nominations (la quarta in cinque anni) per la miglior canzone originale, con I’ll fight, senza aver mai vinto l’Oscar.

La notte degli Oscar sarà domenica 24 febbraio dal Kodak Theatre di Los Angeles.

L’annuncio delle nominations, affidato Kumail Nanjiani e Tracee Ellis Ross, è stato semplice e diretto, senza gli inciampi dell’anno passato.

Alberto Barbera, il direttore del Festival di Venezia, può brindare anche quest’anno: tre dei quattro film più nominati arrivano direttamente dalla Mostra.

Festeggia anche Netflix che ha abbattuto il muro, è entrata nella serie A del cinema che conta.

Gli sconfitti? Il cinema indie, in realtà, con The Rider, A beautiful day, Eighth Grade, Sorry To Bother You, Wildlife, Senza lasciare traccia, Morto Stalin. Nessuna gloria neppure per gli horror, con Suspiria e Hereditary mai citati e A Quiet Place indicato solo per il montaggio del suono.

Robert Redford, bravissimo nel suo ultimo ruolo per The Old Man and The Gun è stato snobbato, così come Timothée Chalamet, imbarazzante nel ruolo del drogato in A Beautiful Boy, eppure in grado di strappare nominations a quasi tutti i premi. Ci speravano, ma sarà per la prossima volta anche John David Washington per BlacKkKlansman, Claire Foy per First Man, Margot Robbie per Mary Queen of Scots e Emily Blunt per A Quiet Place e Il ritorno di Mary Poppins.

Se guardiamo ai distributori Netflix e Fox Searchlight hanno raccolto 15 candidature a testa. Amazon invece deve accontentarsi di quelle per Cold War.

Queste tutte le nominations e i link alle nostre recensioni

 

Best Picture
“Black Panther”
BlacKkKlansman
Bohemian Rhapsody
The Favourite
Green Book
Roma
A Star Is Born
Vice

Best Director
Spike Lee (“BlacKkKlansman”)
Pawel Pawlikowski (“Cold War”)
Yorgos Lanthimos (“The Favourite”)
Alfonso Cuaron (“Roma”)
Adam McKay (“Vice”)

Best Actor 
Christian Bale (“Vice”)
Bradley Cooper (“A Star Is Born”)
Willem Defoe (“At Eternity’s Gate”)
Remi Malek (“Bohemian Rhapsody”)
Viggo Mortensen (“Green Book”)

Best Actress
Yalitza Aparicio (“Roma”)
Glenn Close (“The Wife”)
Olivia Colman (“The Favourite”)
Lady Gaga (“A Star Is Born”)
Melissa McCarthy (“Can You Ever Forgive Me?”)

Supporting Actor
Mahershala Ali (“Green Book”)
Richard E. Grant (“Can You Ever Forgive Me?”)
Sam Elliott (“A Star Is Born”)
Sam Rockwell (“Vice”)
Adam Driver (“BlacKkKlansman”)

Supporting Actress
Regina King (“If Beale Street Could Talk”)
Amy Adams (“Vice”)
Marina De Tavira (“Roma”)
Rachel Weisz (“The Favourite”)
Emma Stone (“The Favourite”)

Adapted Screenplay
“The Ballad of Buster Scruggs”
“BlacKkKlansman”
“Can You Ever Forgive Me?”
“If Beale Street Could Talk”
“A Star Is Born”

Best Original Screenplay
“The Favourite”
“First Reformed”
“Green Book”
“Roma”
“Vice”

Animated Feature
“Incredibles 2”
“Isle of Dogs”
“Mirai”
“Ralph Breaks the Internet”
“Spider-Man: Into the Spiderverse”

Foreign Language Film
“Capernaum” (Lebanon)
“Cold War” (Poland)
“Never Look Away” (Germany)
“Roma” (Mexico)
“Shoplifters” (Japan)

Best Documentary
“Free Solo”
“Hail County This Morning This Evening”
“Minding the Gap”
“Of Fathers and Sons”
“RBG”

Best Cinematography 
“Cold War”
“The Favourite”
“Never Look Away”
“Roma”
“A Star Is Born”

Best Costume Design
“The Ballad of Buster Scruggs”
“Black Panther”
“Mary Poppins Returns”
“The Favourite”
“Mary Queen of Scots”

Film Editing
“BlacKkklansman”
“Bohemian Rhapsody”
“The Favourite”
“Green Book”
“Vice”

Makeup and Hairstyling
“Border”
“Mary Queen of Scots”
“Vice”

Original Score
“Black Panther”
“BlacKkKlansman”
“If Beale Street Could Talk”
“Isle of Dogs”
“Mary Poppins Returns”

Original Song
“All the Stars” (“Black Panther”)
“I’ll Fight” (“RBG”)
“The Place Where Lost Things Go” (“Mary Poppins Returns”)
“Shallow” (“A Star Is Born”)
“When a Cowboy Trades His Spurs for Wings” (“The Ballad of Buster Scruggs”)

Production Design
“Black Panther”
“The Favourite”
“First Man”
“Mary Poppins Returns”
“Roma”

Sound Editing
“Black Panther”
“Bohemian Rhapsody”
“First Man”
“A Quiet Place”
“Roma”

Sound Mixing
“Black Panther”
“A Star Is Born”
“Bohemian Rhapsody”
“Roma”
“First Man”

Visual Effects
“Avengers: Infinity War”
“Christopher Robin”
“First Man”
“Ready Player One”
“Solo: A Star Wars Story”

Documentary (Short Subject)
“Black Sheep”
“End Game”
“Lifeboat”
“A Night at the Garden”
“Period. End of Sentence.”

Short Film (Animated)
“Animal Behavior”
“Bao”
“Late Afternoon”
“One Small Step”
“Weekends”

Short Film (Live Action)
“Detainment”
“Skin”
“Marguerite”
“Fauve”
“Mother”

NOMS BY FILM
The Favourite 10
Roma 10
A Star Is Born 8
Vice 8
Black Panther 7
BlacKkKlansman 6
Bohemian Rhapsody 5
Green Book 5
Ballad of Buster Scruggs 4
First Man 4
Mary Poppins Returns 4
Buster Scruggs 3
Can You Ever Forgive Me? 3
Cold War 3
If Beale Street Could Talk 3

NOMS BY STUDIO
Walt Disney 16
Netflix 15
Fox Searchlight 15
Annapurna 11
Universal 9
Warner Bros 9
Focus Features 8
Fox 5
Magnolia 4
Sony Classics 4
Amazon 3

Annunci

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.