I migliori dell’anno per l’International Cinephile Society

L'international Cinephile Society è un gruppo di 55 giornalisti, critici e storici, formato nel 2003, che si occupa di festival ed eventi cinematografici nei cinque continenti. Questi sono i loro premi per i migliori del 2010. Nonostante Il profeta sia stato presentato a Cannes 2009, è uscito nelle sale di moltissimi paesi (ed anche in Italia)… Continue reading I migliori dell’anno per l’International Cinephile Society

Annunci

La National Society of Film Critics incorona The Social Network

L'ultima associazione critica americana a scegliere i suoi preferiti è la National Society of Film Critics, che chiude la stagione dei premi aperta dalla National Board of Review. Anche qui il film epocale di David Fincher si impone senza fatica, vincendo i premi di miglior film, attore, regia e sceneggiatura. Da segnalare la vittoria di… Continue reading La National Society of Film Critics incorona The Social Network

Per Metacritic il film dell’anno è The Social Network. Ma c’è anche Vincere in classifica!

Il famosissimo sito Metacritic, che si occupa di catalogare e ordinare le recensioni dei maggiori critici americani, ha stilato le classifiche di fine anno indicando i film meglio recensiti della stagione. Ancora una volta è David Fincher a vincere, diventando il primo film mainstream dal 2007 ad affermarsi in questa speciale classifica, dominata spesso dagli… Continue reading Per Metacritic il film dell’anno è The Social Network. Ma c’è anche Vincere in classifica!

David di Donatello: L’uomo che verrà miglior film, Bellocchio miglior regista

Sono stati consegnati ieri tra le polemiche, per i profondi tagli ai fondi pubblici, i David di Donatello. Ad imporsi come miglior film il coraggioso film di Giorgio Diritti, L’uomo che verrà, dedicato alla strage di Marzabotto, ma il vero trionfatore è Vincere di Marco Bellocchio, che si impone per la migior regia ed in altri… Continue reading David di Donatello: L’uomo che verrà miglior film, Bellocchio miglior regista

Sight and Sound, dedicato al Cinema italiano

Sight and Sound, la più prestigiosa rivista inglese di cinema, nel numero di maggio, dedica un lungo speciale al Cinema Italiano, in occasione dell'uscita di Io sono l'amore di Guadagnino e di Vincere di Marco Bellocchio. C'è Tilda Swinton in copertina, a celebrare un rinascimento, che travalica i confini e parla di nuovo a tutti. L'accoglienza… Continue reading Sight and Sound, dedicato al Cinema italiano

Marco Bellocchio a Cannes per la Lezione di Cinema

E' una tradizione ormai ventennale: il Festival di Cannes invita uno dei protagonisti della scena cinematografica internazionale a tenere una lezione di cinema. Quest'anno toccherà a Marco Bellocchio: il terzo italiano dopo Francesco Rosi e Nanni Moretti. L'anno scorso c'erano i Dardenne, prim'ancora Tarantino, Scorsese, Kusturica, Wenders, Stone. In un intervista al Corriere della Sera, Bellocchio… Continue reading Marco Bellocchio a Cannes per la Lezione di Cinema

David di Donatello: 18 candidature per Virzì

La prima cosa bella comanda la classiffica dei film italiani più nominati per i prossimi David di Donatello, che verranno assegnati a Roma il 7 maggio alle 18.30 in diretta su Raisat Cinema e Rai4. A contendere il premio di miglior film alla commedia di Paolo Virzì, ci saranno L’uomo che verràdi Giorgio Diritti (16 candidature), Vincere… Continue reading David di Donatello: 18 candidature per Virzì

Ancora recensioni entusiaste per Vincere negli Stati Uniti

Anche Roger Ebert assegna tre stellette e mezzo a Vincere, in una recensione decisamente positiva. Per il decano dei critici cinematografici e televisivi d'america The image of Benito Mussolini has been shifted over the years toward one of a plump buffoon, the inept second fiddle to Hitler. We've seen the famous photo of his ignominious… Continue reading Ancora recensioni entusiaste per Vincere negli Stati Uniti

Marco Bellocchio: per il Los Angeles Times è un “perennial provocateur”

Saul Austerlitz sul Los Angeles Times tratteggia un lungo ed accuratissimo profilo  di Marco Bellocchio: un tesoro nazionale, uno dei più straordinari registi italiani del dopoguerra, capace di ritrovare negli anni della maturità una felicità espressiva inesausta ed una lucidità critica, che ha pochi eguali nel panorama europeo. Ecco alcuni estratti. Bellocchio's latest film, "Vincere,"… Continue reading Marco Bellocchio: per il Los Angeles Times è un “perennial provocateur”

Il New York Times entusiasta di Vincere

Il film di Marco Bellocchio, uno dei pochi capolavori italiani del decennio, ha finalmente fatto il suo debutto negli Stati Uniti. Manhola Dargis sul New York Times gli ha assegnato il Critics' pick con una recensione senza ombre: “The mass loves strong men,” Benito Mussolini once said. “The mass is female.” In “Vincere,” a sustained,… Continue reading Il New York Times entusiasta di Vincere

I migliori del decennio – 2: gli italiani!

Dopo la top 50 assoluta, ecco i 30 migliori italiani del decennio. E' stato un decennio difficile: nessun exploit come quelli di Benigni e Troisi, neppure un Salvatores o un Tornatore a salvare la faccia. I film italiani sono stati per lo più ignorati all'estero in questo decennio. Con le lodevoli eccezioni della Palma d'Oro di Moretti, del Pardo a Private e… Continue reading I migliori del decennio – 2: gli italiani!

I migliori del decennio: 2008-2009

Siamo giunti al penultimo appuntamento con la classifica dei migliori film del decennio. I nostri preferiti della stagione 2008-2009, li avevamo già pubblicati. Qui ritorniamo sui primi quindici. L’ultimo Eastwood si impone senza incertezze, come l’esito definitivo di una riflessione sul ruolo dei padri, sull’inutilità violenza, sulla religione laica della tolleranza, cominciata molti anni fa: un… Continue reading I migliori del decennio: 2008-2009

I migliori del 2009 per i Cahiers du Cinéma

In questo periodo siamo sommersi dalle liste dei migliori film dell'anno. Soprattutto dall'estero, perchè in Italia la stagione cinematografica va da settembre a luglio. Tra le tante ci sembrava giusto richiamare quella dei Cahiers du Cinéma, la storica rivista, bibbia dei cinefili di tutto il mondo, da poco acquistata dalla Phaidon. In testa l'ultimo film… Continue reading I migliori del 2009 per i Cahiers du Cinéma

Il profeta guida le candidature agli European Film Awards

Sono state rese note le candidature ai 22° EFA, in programma a Bochum il 12 dicembre prossimo. In testa, con sei meritatissime nominations, il film di Jacques Audiard, presentato all'ultimo Festival di Cannes, e The Millionaire, uscito ormai oltre un anno fa. Seguono Il Nastro bianco di Haneke e Gli abbracci spezzati di Almodovar con quattro ciascuno. Gli unici italiani in gara sono Filippo Timi, miglior attore per Vincere di Bellocchio, Francesca Calvelli, per il montaggio dello stesso film e Gianni Di Gregorio, nominato per… Continue reading Il profeta guida le candidature agli European Film Awards

Gli italiani per l’Oscar

I film proposti dai produttori sono cinque: Baaria di Giuseppe Tornatore, Fortapasc di Marco Risi, Il grande sogno di Michele Placido, Si può fare di Giulio Manfredonia e Vincere di Marco Bellocchio. Una commissione di quattordici membri, istituita presso l'ANICA, sceglierà il rappresentante italiano per l'Oscar: tra di loro i registi Lina Wertmuller e Paolo Sorrentino, i… Continue reading Gli italiani per l’Oscar