La National Society of Film Critics incorona The Social Network

L’ultima associazione critica americana a scegliere i suoi preferiti è la National Society of Film Critics, che chiude la stagione dei premi aperta dalla National Board of Review.

Anche qui il film epocale di David Fincher si impone senza fatica, vincendo i premi di miglior film, attore, regia e sceneggiatura.

Da segnalare la vittoria di Giovanna Mezzogiorno che si impone come miglior attrice per Vincere: peccato che il capolavoro di Marco Bellocchio sia stato così stupidamente snobbato in Italia, nonostante il grande successo critico americano e le indubbie qualità dei suoi interpreti.

Assieme a Io sono l’amore è stato l’unico film degli ultimi due anni ad avere una distribuzione adeguata in nordamerica ed un reale riscontro tra gli addetti ai lavori. Certo, se le commissioni di selezione italiane preferiscono segnalare film brutti e malriusciti come Baaria o commedie leggerine come La prima cosa bella…

I tre film stranieri segnalati dall’associazione sono tutti francesi: i bellissimi e coraggiosi Assayas e Audiard e la meno interessante Claire Denis.

I non protagonisti sono geoffrey Rush (Il discorso del Re) e Olivia williams (L’uomo nell’ombra). La migliore fotografia è quella di Roger Deakins (True Grit – Il grinta) ed il miglior documentario è Inside Job.

Tra i premi assegnati dall’associazione, ce n’è anche uno per la scoperta ed il recupero di Upstream di John Ford, film del 1927, a cui ha lavorato anche Paolo Cherchi Usai. Complimenti!

Ecco tutti i premi:

BEST PICTURE
*1. The Social Network 61
2. Carlos 28
3. Winter’s Bone 18

BEST DIRECTOR
*1. David Fincher 66 – The Social Network
2. Olivier Assayas 36 – Carlos
3. Roman Polanski 29 – The Ghost Writer

BEST ACTOR
*1. Jesse Eisenberg 30 – The Social Network
2. Colin Firth 29 – The King’s Speech
2. Edgar Ramirez 29 – Carlos

BEST ACTRESS
*1. Giovanna Mezzogiorno 33 – Vincere
2. Annette Bening 28 – The Kids Are All Right
3. Lesley Manville 27 – Another Year

BEST ACTOR IN A SUPPORTING ROLE
*1. Geoffrey Rush 33 – The King’s Speech
2. Christian Bale 32 – The Fighter
3. Jeremy Renner 30 – The Town

BEST ACTRESS IN A SUPPORTING ROLE
*1. Olivia Williams 37 – The Ghost Writer
2. Amy Adams 28 – The Fighter
3. Melissa Leo 23 – The Fighter
3. Jacki Weaver 23 – Animal Kingdom

BEST NONFICTION
*1. Inside Job 25 (Charles Ferguson)
2. Exit Through the Gift Shop 21 (Banksy)
3. Last Train Home 15 (Lixin Fan)

BEST SCREENPLAY
*1. Aaron Sorkin 73 – The Social Network
2. David Seidler 25 – The King’s Speech
3. Roman Polanski and Robert Harris 19 – The Ghost Writer

BEST FOREIGN-LANGUAGE FILM
*1. Carlos 31
2. A Prophet 22
3. White Material 16

BEST CINEMATOGRAPHY
*1. True Grit 31 (Roger Deakins)
2. Black Swan 27 (Matthew Libatique)
3. Somewhere 18 (Harris Savides)

FILM HERITAGE AWARDS:
1. “The Film Foundation (20-year anniversary)
2. “Chaplin at Keystone” Flicker Alley
3. “Elia Kazan Collection” (Fox)
4. “Upstream,” rediscovered 1927 film dir. by John Ford. (National Film Preservation Foundation. )
5. “On the Bowery” (Milestone)
6. “Word Is Out” (Restored by the UCLA Film & Television Archive and distributed by Milestone)

Annunci

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.