Venezia 2018. Conferenza stampa di American Dharma di Errol Morris

Errol Morris entra in sala sulla difensiva e il processo ha inizio. L'accusa al regista è di aver contrbuito alla normalizzazione dello psicotico ultraconservatore sedicente populista ex consigliere di Trump, Steve Bannon, col suo più recente documentario American Dharma. Non manca di consapevolezza sulle responsabilità che ha sulle spalle: "Mi sono posto il problema in… Continue reading Venezia 2018. Conferenza stampa di American Dharma di Errol Morris

Annunci

Venezia 2018. Conferenza stampa di Les Estivants di Valeria Bruni Tedeschi

In un'edizione tanto criticata per la scarsità di quote rosa, fa piacere trovarsi davanti uno squadrone di donne, tutte a loro modo magiche ed entusiaste di parlare del lavoro svolto. Succede con Les Estivants, "autobiografia immaginaria” in metanarrazione di Valeria Bruni Tedeschi. Il loro ingresso in sala conferenze porta subito un'atmosfera casalinga: “Ho la fortuna… Continue reading Venezia 2018. Conferenza stampa di Les Estivants di Valeria Bruni Tedeschi

Venezia 2018. Nuestro Tiempo – Our Time

Nuestro Tiempo - Our Time ** Il quinto film del messicano Carlos Reygadas, a sei anni dallo sconvolgente Post Tenebras Lux, è una tortuosa riflessione sull'amore, sulla coppia, sulla gelosia e il tradimento, sulla passione, il controllo e il possesso. Interpretato dallo stesso Reygadas e dalla moglie Natalia, oltre che dai loro figli, Nuestro Tiempo… Continue reading Venezia 2018. Nuestro Tiempo – Our Time

Venezia 2018. American Dharma

American Dharma **1/2 Il nuovo documentario del premio Oscar Errol Morris è dedicato al luciferino Steve Bannon. Una di quelle straordinarie vite americane che, contraddicendo l'assunto di Fitzgerald, ha avuto non un secondo atto, ma probabilmente molti di più. Figlio di una famiglia della working class, cattolica e democratica, ufficiale di marina, laureato a Virgina… Continue reading Venezia 2018. American Dharma

La profezia dell’armadillo

La profezia dell'armadillo **1/2 Prim'ancora di fare il loro debutto, le trasposizioni cinematografiche di libri e graphic novel si portano dietro una scia di pregiudizi consolidati in anni di pessimi riadattamenti di capolavori letterari. La Profezia dell'Armadillo, diretto dall'esordiente Emanuele Scaringi e tratto dall'opera d'esordio del fumettista Michele Rech, in arte Zerocalcare, schiva la pallottola… Continue reading La profezia dell’armadillo

Venezia 2018. Joy

Joy **1/2 Dopo l'esordio nel 2014 con Macondo, immersione nella quotidianità dei profughi africani a Vienna, la regista austriaca Sudabeh Mortezai torna a nuotare nelle acque conosciute dell'immigrazione, della prostituzione forzata e del traffico umano con Joy, in bilico fra dramma e documentario. Joy (Joy Alphonsus, al suo esordio attoriale) é partita dalla Nigeria con… Continue reading Venezia 2018. Joy

Venezia 2018. Conferenza stampa di Opera senza autore

Nell'affrontare un trentennio di storia tedesca flagellato dal nazismo e dai suoi orrori, Werk Ohne Autor, terzo lungometraggio di Florian Henckel Von Donnersmark, esordisce con una visita a una mostra di pittori avanguardisti nel 1937, a Dresda. E non é un caso sia proprio questo il punto di partenza: "Io credo nell'arte libera", spiega, "volevo… Continue reading Venezia 2018. Conferenza stampa di Opera senza autore

Opera senza autore

Opera senza autore - Never Look Away *1/2 Il terzo film del quarantacinquenne Von Donnersmark è un lungo melodramma sull'ispirazione d'artista, che copre quasi trent'anni della storia tedesca. Si apre nel 1937 quando il protagonista, Kurt è solo un bambino, accompagnato dalla zia anticonvenzionale ad una mostra di arte 'sovversiva' a Dresda, dove ammira i… Continue reading Opera senza autore

Venezia 2018. Conferenza stampa di Vox Lux

Al termine di Vox Lux, il regista Brady Corbet sbatte in faccia allo spettatore la dicitura “a portrait of 21th century”. Ma la pellicola, incentrata su ascesa professionale e tracollo personale della popstar Celeste (Rafey Cassidy prima, Natalie Portman poi), vuole essere molto di più: “Ho deciso di partire dalla rievocazione della strage di Columbine… Continue reading Venezia 2018. Conferenza stampa di Vox Lux

Vox Lux

Vox Lux **1/2 Il secondo film dell'attore Brady Corbet, dopo il travolgente L'infanzia di un capo, è dedicato alla memoria di Jonathan Demme, "perchè ha cambiato la mia vita premiandomi qui a Venezia, poi si è preso cura di me e del mio film e ha fatto questa cosa con tanti registi nella sua vita":… Continue reading Vox Lux

Venezia 2018. Acusada – The Accused

Acusada - The Accused *1/2 Per la prima volta in concorso a Venezia, lo sconosciuto argentino Gonzalo Tobal porta alla Mostra un film di stampo giudiziario, che procede spedito come una puntata di una qualunque serie televisiva, pretendendo di raccontare qualcosa di nuovo sul rapporto tra giustizia e comunicazione, ma arrivando clamorosamente in ritardo non… Continue reading Venezia 2018. Acusada – The Accused

Venezia 2018. Conferenza stampa di At Eternity’s Gate

Julian Schnabel, regista di At Eternity's Gate, biopic dalla minimale sinossi "uno sguardo sul periodo passato da Van Gogh ad Arles", entra in sala conferenze arruffato e indossando una camicia senza maniche. Sbuffa un po'. Fa entrare il suo cast, scosta la moderatrice e si prende l'onere di presentare uno ad uno i membri della… Continue reading Venezia 2018. Conferenza stampa di At Eternity’s Gate

Venezia 2018. Dragged Across Concrete

Dragged Across Concrete **1/2 Dopo il cruento survival movie carcerario, Brawl in Cell Block 99, portato al Lido due anni da, Craig Zahler torna di nuovo alla Mostra con un poliziesco fluviale, dai ritmi ieratici, che ruota attorno ad una rapina di lingotti d'oro, che fa gola a troppe persone e su cui ciascuno dei… Continue reading Venezia 2018. Dragged Across Concrete

Van Gogh – Sulla soglia dell’eternità

Van Gogh - Sulla soglia dell'eternità **1/2 A dieci anni dal bellissimo Lo scafandro e la farfalla e a sette dal pessimo Miral, Schnabel torna a Venezia, con un film dedicato a Vincent Van Gogh, dal trasferimento ad Arles, su consiglio di Gauguin, nel febbraio 1888, fino alla morte misteriosa avvenuta alla fine di luglio… Continue reading Van Gogh – Sulla soglia dell’eternità

Tramonto

Tramonto ***1/2 Si apre con un grande cappello nero e una veletta, che nasconde gli occhi della protagonista, Irisz Leiter, ritornata a Budapest nei primi anni dieci del novecento, dopo aver trascorso a Trieste il tempo necessario ad imparare il mestiere della sua famiglia. I Leiter avevano una meravigliosa maison di cappelli, ma un incendio,… Continue reading Tramonto