Gaspar Noé in Fondazione Prada

“Avete notato che ha vinto la Germania? Chissà perché nessuno mi chiede come mai in questo film vince una tedesca. Noi francesi dovremmo odiarli, i tedeschi”. Accostando Gaspar Noé ai suoi film si ottiene un ossimoro. Da una parte un uomo pacato, contenuto, ai limiti del timido. Dall’altra una serie di bombe a mano che… Continue reading Gaspar Noé in Fondazione Prada

Annunci

Cannes 2019. La Gomera – The Whistlers

La Gomera - The Whistlers ** Il regista Corneliu Porumboiu, figlio del grande arbitro internazionale Adrian - a cui ha dedicato il notevole documentario The Second Game nel 2014 - nonostante sia uno dei nomi di punta del new wave rumena, è conosciuto in Italia quasi solo per il suo film di debutto, la commedia… Continue reading Cannes 2019. La Gomera – The Whistlers

Cannes 2019. And then we danced

And then we danced ***1/2 Le parole rovinano tutto. Il segreto alla base delle interazioni umane è che capirsi a pieno è impossibile. Ognuno di noi è un universo impazzito a sé stante, costantemente bombardato di stimoli che ne mutano la fisionomia prima che ci sia il tempo di farsi una vaga idea dei suoi… Continue reading Cannes 2019. And then we danced

Cannes 2019. The Staggering Girl

The Staggering Girl *1/2 Guadagnino cavalca la cresta dell'onda e dopo una gita agli Oscar per Call Me By Your Name e il grande botto con Suspiria, debutta finalmente a Cannes con The Staggering Girl, mediometraggio presentato alla Quinzaine. Francesca Moretti (Julianne Moore) e una donna senza nome (Kiki Layne) si muovono nelle strade di… Continue reading Cannes 2019. The Staggering Girl

Cannes 2019. La femme de mon frère

La femme de mon frère **1/2 Le strandbeest sono creature maestose in PVC e nastro adesivo. Rispondono a ogni soffio di vento muovendosi leggiadre per le spiagge olandesi. Il loro creatore Theo Jansen, nel parlarne, le tratta come esseri viventi. Dice che usano il loro charme naturale per riprodursi: ammaliano gli uomini, che così si… Continue reading Cannes 2019. La femme de mon frère

Cannes 2019. Le Daim

Le Daim *** Georges, 44 ans, et son blouson, 100% daim, ont un projet. A volte, nel dormiveglia, si hanno idee - volendo illuminazioni - che sul momento paiono geniali e a posteriori suonano ridicole. Quentin Dupieux, che in tempi non sospetti si limitava a essere un produttore di musica elettronica sotto lo pseudonimo di… Continue reading Cannes 2019. Le Daim

Berlinale 2019. Ritirato dal concorso One Second

Con la premiazione alle porte e la griglia coi voti della giuria consultabile e di pubblico dominio, tutto pare pronto per far calare il sipario su questa 69esima Berlinale. In realtà, rimane aperta una questione. Un'aura di mistero circonda infatti la decisione (imposta?) di ritirare dal concorso One Second, ultimo lavoro del pluripremiato maestro cinese… Continue reading Berlinale 2019. Ritirato dal concorso One Second

Berlinale 2019. I film italiani

In un’edizione un po’ sottotono – l’ultima di Dieter Kosslick dopo 18 anni di direzione artistica – i pochi film italiani in programmazione durante questa 69esima Berlinale hanno saputo distinguersi in positivo, racimolando favori di pubblico e critica. Di seguito una mini carrellata. Accolto calorosamente La paranza dei bambini di Claudio Giovannesi, unica pellicola nostrana… Continue reading Berlinale 2019. I film italiani

Berlinale 2019. Grâce à dieu

Grâce à dieu **1/2 Ozon è tornato in pista dando uno scossone alla sua filmografia. Con Grâce à dieu, presentato in concorso alla 69esima edizione del Festival di Cinema di Berlino, il regista francese racconta la lotta - ancora in corso - di decine di uomini, riuniti nel gruppo LaParoleLibérée, contro padre Bernard Preynat, il… Continue reading Berlinale 2019. Grâce à dieu

Berlinale 2019. Elisa y Marcela

Elisa Y Marcela *1/2 Con Elisa y Marcela, presentato in concorso alla 69esima edizione del Festival di Cinema di Berlino, Isabel Coixet riprende una storia vera seguendo la vita di due donne che intorno al 1901 si incontrano in collegio, si innamorano, si fanno sposare da un prete di campagna facendogli credere Elisa sia un… Continue reading Berlinale 2019. Elisa y Marcela

Berlinale 2019. Synonymes

Synonymes *** Nell’Enrico IV di Pirandello, il protagonista è un nobile senza nome che, dopo 12 anni di follia causati da un incidente a cavallo, continua a fingersi pazzo per prendersi una rivincita su un suo traditore. Dopo aver consumato la sua vendetta, deciderà di non uscire mai più dal suo personaggio per non dover… Continue reading Berlinale 2019. Synonymes

Berlinale 2019. Varda par Agnès

Varda par Agnès ***1/2 Agnès Varda, regista, artista visiva, icona della Nouvelle Vague francese, a 90 anni torna in pista presentando in anteprima mondiale alla 69esima edizione del Festival di Berlino il documentario Varda par Agnès. Un prodotto fatto in casa con l’aiuto della figlia Rosalie, col quale l’autrice belga appone con tutta probabilità la… Continue reading Berlinale 2019. Varda par Agnès

Berlinale 2019. Breve historia del planeta verde

Breve historia del planeta verde *1/2 Dunque, dopo una breve indagine di mercato ho appurato che Cubixx - una delle sette venues della Berlinale - è sostanzialmente il ghetto in cui vengono relegate le pellicole più trasgressive del festival. Qui, timidamente, ha mosso i suoi primi passi anche Breve historia del planeta verde di Santiago… Continue reading Berlinale 2019. Breve historia del planeta verde

Berlinale 2019. Conferenza stampa di Varda par Agnès

“Ormai ho 90 anni, quindi decido io quello che mi va o non mi va di fare”, sentenzia Agnès Varda a inizio conferenza. In bocca a qualcun altro il tono potrebbe risultare perentorio, pronunciata da lei la frase risulta come il pacato decreto di una regina buona, che si è meritata di sedere sul trono… Continue reading Berlinale 2019. Conferenza stampa di Varda par Agnès

Berlinale 2019. Conferenza stampa de La paranza dei bambini

Esce domani nelle sale italiane La paranza dei Bambini, film di Claudio Giovannesi tratto dall’omonimo romanzo di Roberto Saviano. Un ritratto brutale di un gruppo di ragazzini che prende il controllo del proprio quartiere di provenienza, sopperendo a un vuoto di potere originato dall’arresto dei boss locali. “Non abbiamo mai avuto un intento sociologico”, commenta… Continue reading Berlinale 2019. Conferenza stampa de La paranza dei bambini