Berlinale 2019. Conferenza stampa di Vice

Vice è già passato per le nostre sale, come era scontato succedesse è stato odiato o amato senza vie di mezzo, la conversazione a riguardo è nata, si è sviluppata, si è esaurita. Anche il regista Adam McKay e l'attore protagonista Christian Bale maneggiano il film come una patata che ha smesso da un po'… Continue reading Berlinale 2019. Conferenza stampa di Vice

Annunci

Berlinale 2019. Hellhole

Hellhole *1/2 È da un po’ che siamo tutti tesi. A guardare il quadro generale la situazione non si mette benissimo e ogni sintomo di malessere viene trasformato in principio scatenante. Così, quando nel marzo 2016 tre uomini si fanno esplodere alla stazione della metropolitana Maelbeek e all’aeroporto di Bruxelles-National, in tempo zero i tabloid… Continue reading Berlinale 2019. Hellhole

Il mostro di St. Pauli – The Golden Glove

Il mostro di St. Pauli - The Golden Glove * Ma perché? Come un tintinnio da acufene, un tenue innocente "ok, ma perché?" mi risuona con insistenza nell'orecchio mentre guardo srotolarsi le due ore e passa di Golden Glove (Der Goldene Handschuh), ultimo lavoro di Fatih Akin. È un "ma perché?" bello sfaccettato. In parte la… Continue reading Il mostro di St. Pauli – The Golden Glove

Berlinale 2019. Conferenza stampa di Mid90s

Jonah Hill è diventato grande. L'attore pacioccone che, a partire dal 2005, si è conquistato i cuori di milioni di ragazzini interpretando il simpatico sfigatello nelle commedie americane ad alto contenuto di Steve Carell e Seth Rogen, oggi è un uomo. La trasformazione da bruco a farfalla è iniziata con la presa in carico di… Continue reading Berlinale 2019. Conferenza stampa di Mid90s

Berlinale 2019. Querência

Querência ** “La querência è il luogo in cui il toro continua a tornare istintivamente nel corso della corrida. A poco a poco, mentre lotta col torero, nel suo cervello si ramifica un attaccamento a una determinata parte dell’arena, che diventa la sua casa. Qui, il toro sente di essere al sicuro. Questa certezza lo… Continue reading Berlinale 2019. Querência

Room 237: The Nun di Corin Hardy

The Nun * Un’esperienza a metà fra l’educativo e il mortificante. Sul fronte didattico, ho imparato che andare al cinema a scatola chiusa ogni volta che esce un horror - in virtù di un affetto viscerale nei confronti del genere, notoriamente il più bistrattato nella famiglia Hollywood - NON paga. Io ci tengo parecchio al… Continue reading Room 237: The Nun di Corin Hardy

Room 237: BlacKkKlansman di Spike Lee

BlacKkKlansman *** Spike Lee è noto per essere uno che ci va giù duro. Fra le sue faide più note figura quella con Quentin Quarantino, che accusava di “ridurre un Olocausto al rango di spaghetti western” col suo Django Unchained, la storia di una collaborazione forzata fra uno schiavo (Jamie Foxx) e un cacciatore di… Continue reading Room 237: BlacKkKlansman di Spike Lee

Venezia 2018. Driven

Driven ** Ispirato a fatti realmente accaduti, Driven di Nick Hamm prende le mosse dalla fulminea ascesa di John DeLorean e della DeLorean Motor Company – a cui dobbiamo la DeLorean DMC-12 della trilogia Ritorno al futuro – per arrivare a parlare della clamorosa truffa operata ai suoi danni da Jim Hoffman, ex spacciatore e… Continue reading Venezia 2018. Driven

Capri-Revolution

Capri-Revolution **1/2 Con Capri-Revolution, Mario Martone chiude un'ideale trilogia, iniziata con Noi credevamo e proseguita con Il giovane favoloso, interessata a mettere in scena alcune pagine fondamentali della nostra storia politica e culturale, scegliendo un punto di vista del tutto particolare, quello di giovani, desiderosi di un cambiamento radicale. Nella Capri del 1914, Lucia e… Continue reading Capri-Revolution

Venezia 2018. Masterclass di David Cronenberg

Davanti alla miliardesima richiesta di suonare Smells like teen spirit, Kurt Cobain inizia ad odiare la sua canzone. Nei suoi concerti da solista, Liam Gallagher biascica qualche improperio prima di attaccare coi primi accordi di Wonderwall. Così David Cronenberg, prima della sua master class, chiede che la conversazione coi presenti verta su attualità, evoluzioni e… Continue reading Venezia 2018. Masterclass di David Cronenberg

Venezia 2018. Conferenza stampa di Shadow

Durante la conferenza stampa col gigante Zhang Yimou, tende a crearsi un effetto da gag fantozziana. Il regista cinese, alle spalle due Leoni D'Oro, un Leone d'Argento, una coppa Volpi e qualche candidatura agli Oscar per il Miglior Film Straniero, discute della sua ultima pellicola Ying-Shadow, drammatico wuxia, ambientato nel periodo dei tre regni. Parla,… Continue reading Venezia 2018. Conferenza stampa di Shadow

Venezia 2018. Conferenza stampa di American Dharma di Errol Morris

Errol Morris entra in sala sulla difensiva e il processo ha inizio. L'accusa al regista è di aver contrbuito alla normalizzazione dello psicotico ultraconservatore sedicente populista ex consigliere di Trump, Steve Bannon, col suo più recente documentario American Dharma. Non manca di consapevolezza sulle responsabilità che ha sulle spalle: "Mi sono posto il problema in… Continue reading Venezia 2018. Conferenza stampa di American Dharma di Errol Morris

Venezia 2018. Conferenza stampa di Les Estivants di Valeria Bruni Tedeschi

In un'edizione tanto criticata per la scarsità di quote rosa, fa piacere trovarsi davanti uno squadrone di donne, tutte a loro modo magiche ed entusiaste di parlare del lavoro svolto. Succede con Les Estivants, "autobiografia immaginaria” in metanarrazione di Valeria Bruni Tedeschi. Il loro ingresso in sala conferenze porta subito un'atmosfera casalinga: “Ho la fortuna… Continue reading Venezia 2018. Conferenza stampa di Les Estivants di Valeria Bruni Tedeschi

La profezia dell’armadillo

La profezia dell'armadillo **1/2 Prim'ancora di fare il loro debutto, le trasposizioni cinematografiche di libri e graphic novel si portano dietro una scia di pregiudizi consolidati in anni di pessimi riadattamenti di capolavori letterari. La Profezia dell'Armadillo, diretto dall'esordiente Emanuele Scaringi e tratto dall'opera d'esordio del fumettista Michele Rech, in arte Zerocalcare, schiva la pallottola… Continue reading La profezia dell’armadillo

Venezia 2018. Joy

Joy **1/2 Dopo l'esordio nel 2014 con Macondo, immersione nella quotidianità dei profughi africani a Vienna, la regista austriaca Sudabeh Mortezai torna a nuotare nelle acque conosciute dell'immigrazione, della prostituzione forzata e del traffico umano con Joy, in bilico fra dramma e documentario. Joy (Joy Alphonsus, al suo esordio attoriale) é partita dalla Nigeria con… Continue reading Venezia 2018. Joy