Berlinale 2020. Conferenza stampa di Volevo nascondermi

Dopo aver catturato l’ombra di Leopardi nel Giovane Meraviglioso di Mario Martone, Elio Germano è diventato Antonio Ligabue in Volevo nascondermi per Giorgio Diritti. Sono a loro agio e sulla stessa lunghezza d’onda nel parlarne in conferenza stampa, in presenza dei produttori e della sceneggiatrice Tania Bordoni: “Questo lavoro è stato come creare un distillato”, spiega… Continua a leggere Berlinale 2020. Conferenza stampa di Volevo nascondermi

Volevo nascondermi

Volevo nascondermi ***1/2 Un occhio ci scruta da sotto un velo scuro. È un occhio di matto che non distoglie lo sguardo quando lo fissi. È sensibile ai dettagli e quando rimane incagliato in un particolare che richiama epoche oscure, trasmette subito scariche elettriche al resto del corpo. Le scariche lo fanno arrabbiare. Urla, strepita,… Continua a leggere Volevo nascondermi

Volevo nascondermi: il primo trailer del nuovo film di Diritti su Ligabue

Primo trailer per il nuovo film di Giorgio Diritti, Volevo nascondermi, con Elio Germano nei panni del pittore Ligabue. “Volevo nascondermi… ero un uomo emarginato, un bambino solo, un matto da manicomio, ma volevo essere amato.” Toni, figlio di una emigrante italiana, respinto in Italia dalla Svizzera dove ha trascorso un’infanzia e un’adolescenza difficili, vive… Continua a leggere Volevo nascondermi: il primo trailer del nuovo film di Diritti su Ligabue

Giorgio Diritti torna a cinema con Volevo nascondermi

Il quarto film di Giorgio Diritti dopo Il vento fa il suo giro, L'uomo che verrà e Un giorno devi andare sarà dedicato alla vita del pittore emiliano Antonio Ligabue, nato alla fine dell'Ottocento e morto nel 1965. Volevo nascondermi racconterà tutta la sua vita personale e d'artista. Elio Germano lo interpreterà sul grande schermo.… Continua a leggere Giorgio Diritti torna a cinema con Volevo nascondermi

Lake Como Film Festival: Un giorno devi andare

lunedì 15 luglio ore 21.30 - Como Arena del Teatro Sociale (in caso di cattivo tempo Teatro Sociale) Ingresso Euro 8 – Abbonamento nove serate euro 40 UN GIORNO DEVI ANDARE di Giorgio Diritti. Il regista presenta il film alle 21.30 Regia: Giorgio Diritti. Sceneggiatura: Giorgio Diritti, Fredo Valla, Tania Pedroni. Fotografia: Roberto Cimatti. Montaggio: Esmeralda… Continua a leggere Lake Como Film Festival: Un giorno devi andare

Un giorno devi andare. Il nuovo film di Giorgio Diritti

Il vento fa il suo giro e L'uomo che verrà sono stati due belle sorprese nel panorama sempre accidentato della produzione indipendente italiana. Giorgio Diritti ritorna in sala il prossimo 28 gennaio con Un giorno devi andare, interpretato da Jasmine Trinca, che ha debuttato al Sundance. Dolorose vicende familiari spingono Augusta, una giovane donna italiana, a… Continua a leggere Un giorno devi andare. Il nuovo film di Giorgio Diritti

Jasmine Trinca nel nuovo film di Giorgio Dirittti

Non ha ancora un titolo il nuovo film di Giorgio Diritti, al suo terzo lungomentraggio dopo i premiatissimi Il vento fa il suo giro e L'uomo che verrà. Le riprese stanno terminando in Trentino, in questi giorni, dopo 11 settimane nella foresta amazzonica La protagonista è Jasmine Trinca, nei panni di Augusta, una giovane donna italiana che giunge… Continua a leggere Jasmine Trinca nel nuovo film di Giorgio Dirittti

I film italiani per l’Oscar

La commissione convocata presso l'ANICA il prossimo 29 settembre, dovrà scegliere il film italiano che partecipaerà alle selezioni per l'Oscar al miglior film straniero 2010. Le opere autocandidatesi sono 10, i link vi porteranno alle nostre recensioni: - Baciami ancora di Gabriele Muccino - Basilicata Coast to Coast di Rocco Papaleo - La doppia ora di Giuseppe… Continua a leggere I film italiani per l’Oscar

Nastri d’argento: vincono Virzì e Ozpetek

Come sempre consegnati al Teatro Greco di Taormina, i Nastri d'Argento del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani, hanno premiato due riuscite commedie: La prima cosa bella di Paolo Virzì e Mine vaganti di Ferzan Ozpetek. Con cinque premi a testa sono i veri vincitori di un'edizione che non ha saputo valorizzare l'unico capolavoro in gara, L’uomo che verrà di… Continua a leggere Nastri d’argento: vincono Virzì e Ozpetek

L’uomo che verrà

L'uomo che verrà ***1/2 Un film come quello di Diritti è una rarità nel panorama del cinema italiano: un'opera rigorosa, senza cedimenti e senza retorica, profondamente morale. Nel senso più alto che questa parola può assumere. Anche nel registro cinematografico. Di fronte alla guerra, agli eccidi, alle rappresaglie, come insegnava Rivette sui Cahiers di cinquant'anni… Continua a leggere L’uomo che verrà