Venezia 2015. Non essere cattivo

Non essere cattivo *** Claudio Caligari è mancato la scorsa primavera, dopo aver quasi terminato il suo ultimo film, il terzo in 32 anni di carriera dopo Amore tossico e L'odore della notte. Non essere cattivo debutta a Venezia, anche grazie alla determinazione dell'amico Valerio Mastandrea, che si è incaricato di terminare il montaggio, regalandoci il primo… Continua a leggere Venezia 2015. Non essere cattivo

Venezia 2015. Anomalisa

Anomalisa *1/2 Dov'è finito il talento sulfureo e tragico di Charlie Kaufman? Dov'è finito il suo romanticismo surreale, il suo pessimismo apocalittico e teatrale? Anomalisa, diretto con Duke Johnson, è un divertissement scritto con la mano sinistra, curiosamente privo di fantasia e di interesse. Un film di pupazzi animati a passo uno per un pubblico… Continua a leggere Venezia 2015. Anomalisa

Venezia 2015. Sangue del mio sangue

Sangue del mio sangue *1/2 Il ritorno a Bobbio di Marco Bellocchio porta con sé anche i fantasmi della sua storia personale, ma Sangue del mio sangue è uno dei suoi film più incomprensibili e confusi. Il doppio registro che accosta una storia antica e tragica di tradimenti e condanne, con una commedia surreale ambientata ai… Continua a leggere Venezia 2015. Sangue del mio sangue

Venezia 2015. Madame Courage

Madame Courage **1/2 Un ragazzino che abita in una sorta di baracca con la madre e la sorella, passa le sue giornate tra piccoli furti e ricettazioni. Il padre è morto cinque anni prima in un incidente ed ha lasciato la famiglia allo sbando. La sorella si prostituisce, anche online e la madre vive inchiodata davanti… Continua a leggere Venezia 2015. Madame Courage

Venezia 2015. Rabin The Last Day

Rabin The Last Day ***1/2 Yitzhak Rabin, nato a Gerusalemme nel 1922, militare prima e politico laburista a partire dal 1973, divenne nel 1974, con le dimissioni di Golda Meir, il primo premier israeliano nato sul suolo ebraico. Tornò in carica quindici anni più tardi, nel 1992 e per otto mesi trattò in segreto con l'OLP… Continua a leggere Venezia 2015. Rabin The Last Day

Venezia 2015. La classifica definitiva di Stanze di Cinema

Ecco la classifica definitiva dei film in concorso: in testa un terzetto composto da Gitai, Sokurov e dal documentarista cinese Zhao. Dei 21 film in gara solo i primi 11 si sono guadagnati la sufficienza piena. Più o meno siamo in linea con quanto accaduto l'anno scorso. Rabin The Last Day Francofonia Behemoth Abluka - Frenzy… Continua a leggere Venezia 2015. La classifica definitiva di Stanze di Cinema

Venezia 2015. The Endless River

The Endless River ** Nella piccola città sudafricana di Riviersonderend, il marito della cameriera Tiny esce dal carcere dopo aver scontato quattro anni di prigione. Nella stessa cittadina vive Gilles, un francese che si è trasferito con la moglie e i due figli piccoli. Una notte, approfittando della sua assenza, tre membri di una gang… Continua a leggere Venezia 2015. The Endless River

Venezia 2015. Man Down

Man Down * Il nuovo film di Dito Montiel (Guida per riconoscere i tuoi santi, Boulevard) è un racconto di guerra, ambientato in un futuro apocalittico, in cui il protagonista, un soldato che ha combattuto in Afghanistan, accompagnato dal suo più caro amico, cerca le tracce che possano ricongiungerlo alla moglie ed al figlio. Costruito… Continua a leggere Venezia 2015. Man Down

Venezia 2015. L’infanzia di un capo – The Childhood of a Leader

L'infanzia di un capo - The Childhood of a Leader **1/2 Il debutto alla regia del giovanissimo attore Brady Corbet (Funny Games, Melancolia, Sils Maria, Forza maggiore) è liberamente ispirato al racconto di Sastre, incluso nella raccolta Il muro. Siamo nell'Europa che è appena uscita dalla Grande Guerra, ed il montaggio dei titoli di testa… Continua a leggere Venezia 2015. L’infanzia di un capo – The Childhood of a Leader

Venezia 2015. La corte

La corte - L'hermine **1/2 Xavier Racine è il presidente della Corte d'Assise di un piccolo tribunale della provincia francese. La sua cattiva fama di giudice severo e inflessibile, assai poco comprensivo e simpatico, viene messa alla prova dall'inizio di un processo sull morte di una bambina di sette mesi. Sul banco degli imputati c'è… Continua a leggere Venezia 2015. La corte

Venezia 2015. Il Clan

Il Clan **1/2 El Clan, diretto con la consueta assenza di mezzi toni da Pablo Trapero, racconta la storia vera del clan Puccio, una famiglia benestante di Buenos Aires, che negli anni '80 trasse profitto dalla posizione del capofamiglia Archimedes, all'interno dei servizi segreti al servizio della dittatura militare, per orchestrare un redditizio racket di sequestri di… Continua a leggere Venezia 2015. Il Clan

Venezia 2015. Krigen – A War

Krigen - A War ***1/2 Tobias Lindholm torna al Lido, a distanza di tre anni dal suo ultimo convincente A hijacking, con A war, ambientato durante il conflitto afghano. Claus Pedersen è il comandante di una compagnia di soldati danesi, impegnati nelle operazioni di peacekeeping e di perlustrazione, nel tentativo di proteggere la popolazione locale dagli assalti… Continua a leggere Venezia 2015. Krigen – A War

Venezia 2015. The Danish Girl

The Danish Girl ** “Per un momento ho dimenticato me stesso. Per un momento sono stato solo… Lili” L’impaziente attesa dell’anteprima mondiale di The Danish Girl a Venezia 72 dipendeva esclusivamente da una ragione: rivedere in scena il talento Eddie Redmayne cimentarsi in un ulteriore esercizio di trasformismo. Dopo la pioggia di premi riconosciutigli per… Continua a leggere Venezia 2015. The Danish Girl

Venezia 2015. Sobtye – The Event

Sobtye - The Event *** Nell'agosto del 1991 un fallito colpo di stato da parte dell'ala più reazionaria e conservatrice del Partito Comunista Sovietico, lascia il paese sconvolto e in attesa per tre lunghe giornate. Boris Eltsin, presidente della federazione russa, arriverà in soccorso del leader Gorbaciov, sequestrato dai golpisti, riportando l'ordine. Ma l'onda lunga di quelle… Continua a leggere Venezia 2015. Sobtye – The Event