Cannes 2015. Valley of Love

Valley of Love * Il nuovo film di Guillame Nicloux (La religiosa) con Depardieu e la Huppert, che interpretano se stessi nella Death Valley, e' un pasticcio in salsa new age, senza capo ne' coda. Quando il figlio omosessuale dei due protagonisti si suicida a San Francisco, invia ai genitori, separati da tempo, una lettera con cui… Continua a leggere Cannes 2015. Valley of Love

Cannes 2015. Comoara – The Treasure

Comoara - The Treasure **1/2 Il nuovo film di Corneliu Poromboiu e' ancora una volta ospitato ad Un certain regard e trae origine da una sorta di leggenda nazionale. Alla fine della guerra infatti, molte famiglie avrebbero sotterrato le proprie ricchezze per evitare checadessero nelle mani dei comunisti. Dopo la caduta del regime, molti hanno… Continua a leggere Cannes 2015. Comoara – The Treasure

Cannes 2015. Dheepan

Dheepan *** Jacques Audiard lavora da sempre sui temi dell'identita' dei suoi personaggi e sull'integrazione, in un ambiente divenuto improvvisamente ostile. Anche questa volta non si sottrae alle ossessioni che fondano la sua poetica e cerca di sovrapporre la tensione e lo studio dei personaggi de Il profeta, con la costruzione di un amore improbabile, come… Continua a leggere Cannes 2015. Dheepan

Cannes 2015. Cemetery of Splendour

Cemetery of Splendour ***1/2 Il nuovo film di Apichatpong, dopo la Palma d'Oro di Zio Boonmee, e' una nuova magnifica riflessione sul tempo e sul corpo, che si impone come uno dei grandi film di Cannes 68. Nella citta' di Khon Kaen, un gruppo di soldati sembra affetto da strana malattia del sonno. Ricoverati un… Continua a leggere Cannes 2015. Cemetery of Splendour

Cannes 2015. Marguerite et Julien

Marguerite et Julien *1/2 Valerie Donzelli, dopo La guerra e' dichiarata, decide di adattare una scneggiatura scritta originariamente da Jean Grualt per Truffaut e mai realizzata. Assieme a Jeremie Elkaim, qui anche nei panni del protagonista, accanto a Anais Demoustier, ha messo mano a quel copione, per sottoporlo allo stesso trattamento che aveva riservato alla… Continua a leggere Cannes 2015. Marguerite et Julien

Cannes 2015. Al di là delle montagne

Al di là delle montagne - Mountains may depart *1/2 Il nuovo film di Jia Zhangke, a due anni di distanza da Il tocco del peccato e' una delle delusioni piu' concenti del concorso. Dal maestro della Sesta Generazione cinese non ci aspettavamo questo tradizionale melo' in tre tempi, che sembra scritto dai Wachowski di Cloud… Continua a leggere Cannes 2015. Al di là delle montagne

Cannes 2015. Youth – La giovinezza

Youth - La giovinezza ** Tutti i film di Paolo Sorrentino sono costruiti a partire da un protagonista centrale ed enigmatico, attorno al quale gli altri personaggi ruotano, cercando di afferrarne i sentimenti e illuminarne i misteri. Era cosi' per i due Tony Pisapia, per Titta, il riciclatore della camorra, per l'usuraio amico di famiglia,… Continua a leggere Cannes 2015. Youth – La giovinezza

Cannes 2015. La classifica definitiva dei film in concorso

Arrivati alla fine del concorso ufficiale di Cannes 68, cominciamo a mettere ordine nei film presentati sinora. In testa con ampio margine Carol di Todd Haynes, forse l'unico grande film visto sinora. Magari troppo perfetto e moderno nelle sue dinamiche, ma son difetti veniali. Ad una certa distanza un bel gruppo di buoni film, guidati dal francese Dheepan… Continua a leggere Cannes 2015. La classifica definitiva dei film in concorso

Cannes 2015. The Office

The Office * Thriller dai risvolti fantastici e horror, questo The Office, presentato fuori concorso, e' un pasticcio senza capo ne' coda. Quando Kim, un manager di una compagnia delal capitale, uccide moglie e figlio con un martello e scappa senza lasciare traccia, la polizia interroga i suoi colleghi d'ufficio. Il capo della filiale, i… Continua a leggere Cannes 2015. The Office

Cannes 2015. Sicario

Sicario *** Il nuovo film del canadese Denis Villeneuve, il primo in concorso a Cannes, era atteso come la consacrazione di un talento che, nel corso della sua carriera, ha sempre lavorato sui confini tra cinema d'autore e di genere, con un percorso assolutamente personale, fuori e dentro le major americane. Gli ultimi Prisoners e… Continua a leggere Cannes 2015. Sicario

Cannes 2015. Las Elegidas

Las Elegidas *** Il messicano David Pablos, rivelatosi negli Orizzonti veneziani del 2013, approda ad Un certain regard con il suo secondo film, Las Elegidas. Il trionfo da esportazione di Inarritu, Del Toro e Cuaron ha trainato tutta una generazioen di giovani registi messicani, da Naranjo a Franco, da Reygadas a Esacalante, sino a Pablos.… Continua a leggere Cannes 2015. Las Elegidas

Cannes 2015. Inside Out

Inside Out ***1/2 Pete Docter aveva aperto il Festival di Cannes nel 2009 con il meraviglioso Up. Dopo sei anni torna sulla Croisette, per presentare Inside Out, un viaggio nelle emozioni di una bambina di 11 anni. E la Pixar, che sembrava in una lunga fase di appannamento, seguita al trittico dei capolavori della maturita' -… Continua a leggere Cannes 2015. Inside Out

Cannes 2015. La legge del mercato

La legge del mercato **1/2 Per una volta il titolo inglese e' piu' significativo di quello originale: la misura di uomo. E' di questo che parla il nuovo film di Stephan Brize'. Vincent Lindon e' Thierry, un uomo di mezza eta', costretto senza lavoro, da oltre 20 mesi. I centri per l'impiego fanno il possibile. Gli… Continua a leggere Cannes 2015. La legge del mercato

Cannes 2015. Segreti di famiglia – Louder than bombs

Segreti di famiglia - Louder than bombs ** Thierry Fremaux ha deciso di promuovere al concorso principale molti nomi nuovi della scena europea, spesso alle prese con il primo loro progetto internazionale. Louder than bombs rientra perfettamente nel gruppo. E' solo il terzo film del quarantenne norvegese Joaquim Trier, che si era imposto all'attenzione cinefila con… Continua a leggere Cannes 2015. Segreti di famiglia – Louder than bombs

Cannes 2015. Green Room

Green Room ** Sin dalla presentazione del programma della Quinzaine, Green Room si era segnalato come uno dei film capaci di far scorrere sangue e risate sullo schermo del Palais Stephanie. Cosa succede se una scalcagnata band punk si trova a suonare in un locale di naziskin ed assiste involontariamente ad un tentativo di sbarazzarsi… Continua a leggere Cannes 2015. Green Room