Cannes: le prime anticipazioni sui titoli da Variety

Terminata con gli Oscar la stagione dei premi più lunga di sempre, è tempo di pensare a Cannes, che pure si è spostato al 6 luglio, ma conta di presentare un’edizione sontuosa, dopo l’annullamento di quella del 2020.

Annette di Leos Carax con la Cotillard e Driver aprirà il festival e questo è certo, così come The French Dispatch di Wes Anderson, che avrebbe dovuto aprire l’anno scorso e che è stato spostato di dodici mesi.

Tra gli americani potrebbe esserci Flag Day con Sean Penn e i suoi due figli, Josh Brolin and Miles Teller: è la storia di un padre con una doppia vita.

In predicato ci sono i nuovi film di Paul Thomas Anderson, nonchè The Power of the Dog di Jane Campion, con Benedict Cumberbatch e Kristen Dunst, prodotto da Netflix e The Card Counter di Paul Schrader con Oscar Isaac e Willem Dafoe.

Gli ultimi due film sono stati già invitati a Venezia, ma attendono una possibile conferma anche da Cannes.

In predicato ci sarebbe anche la nuova commedia del duo Mariano Cohn – Gastón Duprat con Banderas e la Cruz, Tre piani di Nanni Moretti, il nuovo film di Kirill Serebrennikov Petrov’s Flu, che raconta una giornata nella vita di un fumettista nella Russai post-sovietica, il nuovo film di Paul Verhoeven Benedetta con Virginie Efira nella parte di una suora lesbica nell’Italia del Rinascimento e Memoria di Apichatpong Weerasethakul con Tilda Swinton.

Saranno pronti anche il nuovo film della Palma d’oro svedese Ruben Östlund Triangle of Sadness, una satira con Woody Harrelson, il nuovo film di Jacques Audiard in bianco e nero, intitolato Paris, 13th District, ispirato alla serie Killing and Dying del cartoonist del New Yorker Adrian Tomine, nonchè A Hero di Asghar Farhadi di nuovo girato in farsi, dopo le parentesi francesi e spagnole.

Il contingente francese potrebbe avere anche Titane di Julia Ducournau con Vincent Lindon nel ruolo di un padre, il cui figlio riappare in aeroporto dopo dieci anni di assenza, Feu di Claire Denis con la Binoche e Lindon, Bergman island di Mia Hansen-Løve con Mia Wasikowska, Tim Roth e Vicky Krieps, su una coppia di registi americani in visita alle isole Faro per scrivere i rispettivi film e De Son Vivant di Emmanuelle Bercot con Catherine Deneuve, Benoît Magimel e Cécile de France.

L’israeliano Ari Folman torna all’animazioni dopo Valzer con Bashir del 2008, con Where Is Anne Frank.

Il programma sarà rivelato il 27 maggio prossimo. Manca un mese di nuove visioni e trattative last minute.

Poi bisognerà sperare che il Covid e le vaccinazioni diano una mano.

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.