A room with a view: Mea Maxima Culpa

Mea_Maxima_Culpa_Key Art copy

Uscito nelle sale cinematografiche lo scorso febbraio, il documentario di Alex Gibney ha scosso il pubblico inglese e ridato linfa al dibattito sui crimini dei preti pedofili all’interno della chiesa cattolica.

Prodotto dalla rete televisiva statunitense HBO, l’opera dell’americano Alex Gibney è, secondo la valutazione di Xan Brooks, “A righteous, exhaustive investigation into child abuse inside the Catholic church” e, incidentalmente, “a kind of unintentional leaving gift for the outgoing Pope Benedict.”

Diviso in capitoli in cui la ricostruzione dei fatti si alterna alle testimonianze delle vittime e dei loro difensori, il documentario parte da indagini specifiche (negli Stati Uniti e in Irlanda) per giungere a considerazioni più generali sulla rete di omertà e silenzio che dai vertici in Vaticano contribuì a proteggere e lasciare impunita la gerarchia cattolica, per più di cinquant’anni.

Premio per il miglior documentario al London Film Festival 2012, Mea Maxima Culpa: silenzio nella casa di Dio è distribuito in Italia da Feltrinelli in queste settimane.

Un pensiero riguardo “A room with a view: Mea Maxima Culpa”

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.