A room with a view: Before Midnight

"How long's it been since we wandered around, bullshitting?" Sono passati ormai diciannove anni, ma l’entusiasmo per una delle coppie più amate del cinema non è venuto meno: premiato con cinque stellette su cinque da Peter Bradshaw, Before Midnight è accolto con il calore che si riserva ad un caro amico perso di vista per… Continue reading A room with a view: Before Midnight

Annunci

A room with a view: La vita di Adele

All’indomani della prima mondiale a Cannes (e ben prima che venisse coronato con la Palma d’Oro) Peter Bradshaw riconosce la grandezza dell’ultimo film di Abdellatif Kechiche, assegnandogli quattro stellette su cinque – la stelletta mancante è dovuta probabilmente alle tre ore di proiezione, che pur non essendo un errore di montaggio rischiano di provare anche… Continue reading A room with a view: La vita di Adele

A room with a view: Diana

Sarà l’argomento domestico, sarà la bruttezza del film, ma una recensione così lunga e articolata Peter Bradshaw non l’ha mai scritta. Una sola, misera stelletta per Diana, biopic talmente mal riuscito da spingere lo storico critico del Guardian a affermare che l’omonimo film ha fatto morire Lady Spencer una seconda volta. This is due to… Continue reading A room with a view: Diana

A room with a view: The bling ring

Peter Bradshaw coglie l'essenza dell'ultimo film di Sofia Coppola, e lo premia con quattro stellette su cinque. Presentato lo scorso maggio a Cannes nella sezione Un certain regard, The Bling Ring è nelle parole di Bradshaw "a cool, blank, interestingly unironised movie account of a strange true story". "There is something in Coppola's weightless, affectless portrayal of… Continue reading A room with a view: The bling ring

A room with a view: Rush

Dopo più di un anno di recensioni, possiamo affermarlo con certezza: Peter Bradshaw ha un debole per i film "da maschi", e Rush di Ron Howard rientra perfettamente nel cliché. Quattro stellette per il ritratto di un'epoca che continua a riservare sorprese - gli anni Settanta, in particolare il 1976 - e per il racconto… Continue reading A room with a view: Rush

Il Guardian elogia La grande bellezza

In occasione dell'uscita nelle sale inglesi, Peter Bradshaw recensisce nuovamente La grande bellezza di Paolo Sorrentino con toni ancor più entusiastici di quelli usati allo scorso Festival di Cannes. Curioso destino quello del film italiano: osannato a Cannes dalla stampa internazionale, snobbato ingiustamente dalla giuria, attaccato in patria dai quotidianisti e rivalutato dalla stampa specializzata… Continue reading Il Guardian elogia La grande bellezza

A room with a view: World War Z

Due misere stellette e buone dosi di sarcasmo e ironia: al critico di punta del Guardian l’ultimo film di Brad Pitt non e’ proprio piaciuto. Bradshaw se la prende con i carrozzoni hollywoodiani - World War Z non solo e’ interpretato, ma e’ anche prodotto da Brad Pitt - capaci di generare delle aspettative folli… Continue reading A room with a view: World War Z

A room with a view: Sugar Man

Peter Bradshaw prende le distanze dalle critiche piu’ che positive apparse finora sulla stampa: l’Oscar per il miglior documentario del 2012 Searching for Sugar Man merita solo tre stellette su cinque. Secondo Bradshaw, l’idea di partenza ha senz’altro un fascino straordinario: grazie a una copia pirata di un suo album, l’altrimenti sconosciuto cantautore statunitense Sixto… Continue reading A room with a view: Sugar Man

A room with a view: Holy Motors

Peter Bradshaw ha solo parole di lode per l’ultimo film di Leos Carax, Holy Motors: cinque stelle su cinque per quello che definisce: “a bizarre surrealist odyssey whose magic ingredient is comedy.” Classe 1960, il regista francese ritorna alla regia dopo quasi quattordici anni – l’ultimo lungometraggio Pola X risale al 1999 – e sceglie… Continue reading A room with a view: Holy Motors

A room with a view: Solo Dio perdona

Dopo quasi un anno speso a leggere Bradshaw - possiamo affermarlo con una certa sicurezza - il critico della perfida Albione ha un debole per il gore e l'ultraviolenza. Cinque stellette su cinque per l'ultimo, attesissimo film di Nicolas Winding Refn, in piena controtendenza rispetto alla reazione del pubblico di Cannes - dove Only God… Continue reading A room with a view: Solo Dio perdona