Box Office tutto d’animazione: Hotel Transilvania 2 e Inside Out in vetta

Dracula (Adam Sandler), Griffin the Invisible Man (David Spade), Murray the Mummy, Frank (Kevin James), Mavis (Selena Gomez), Wayne (Steve Buscemi) and Johnny (Andy Samberg) in Columbia Pictures' HOTEL TRANSYLVANIA 2.

Solo i ragazzini vanno a cinema in Italia?

L’interrogativo non è poi così surreale: per il settimo weekend di fila, la vetta è stata conquistata da un film di animazione.

Dopo Minions e Inside Out, che si sono divisi equamente le precedenti sei settimane, Hotel Transilvania 2 della Sony ha conquistato il primo posto con 3,1 milioni di euro, nel suo weekend d’esordio.

Ma non vi preoccupate, al secondo posto c’è ancora il cartoon della Pixar, che ha raggiunto i 21,7 milioni di euro e punta ai 23 con cui Minions guida la classifica assoluta del 2015. Il sorpasso è probabile nei prossimi sette giorni.

Al terzo posto Sopravvissuto – The Martian di Ridley Scott, che si difende bene, con 5 milioni incassati in 2 settimane.

Black Mass esordisce con quasi un milione di euro. Everest ha ormai raggiunto i 4 milioni mentre Padri e figlie di Muccino supera i 2 milioni e Io e te della Tognazzi si ferma ad 1,5 milioni.

Negli Stati Uniti si segnala soprattutto il flop di Pan, prequel dell’avventure del piccolo eroe creato da J.Barrie, diretto da Joe Wright (Espiazione, Hanna): solo 15 milioni nel weekend d’esordio, nonostante un costo di produzione dieci volte più grande.

Al primo posto resta al comando Sopravvissuto – The Martian con 37 milioni ed un totale di 108 milioni di dollari negli Stati Uniti e 227 in tutto il mondo.

Al secondo posto Hotel Transilvania 2 che in tre settimane ha raggiunto 116 milioni.

Deludenti i risultati di Black Mass, The Walk ed Everest, fermi rispettivamente a 57, 6 e 38 milioni complessivi.

Per il film di Zemeckis è un tonfo davvero inaspettato, anche perchè il suo film, che ricostruisce la traversata dell’acrobata Petit su un filo teso tra le due torri del World Trade Center, è uno dei pochi film in cui il 3D ha effettivamente senso: la ricostruzione di quei 20 minuti a spasso tra le nuvole pare sia uno dei must di stagione.

Chi invece sta andando benissimo è Shyamalan: il suo horror The Visit, costato solo 5 milioni, ne ha raccolti 61 negli Stati Uniti.

In limited release è uscito Steve Jobs, che il soli 4 cinema ha raccolto 500.000 dollari. E’ la miglior media dell’anno e la terza di sempre.

Nelle prossime settimane il film approderà in nuove sale, fino al lancio nazionale, previsto per il 23 ottobre.

Noi lo vedremo, ahimè, solo nel 2016.

La prossima settimana debuttano negli USA sia Ponte di Spie di Spielberg, sia Crimson Peak di Del Toro.

Annunci

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...