#ReleaseTheSnyderCut: la piccola campagna social è diventata uno tsunami…

AGGIORNAMENTO DEL 4.12.2019

Dopo che Danny Elfman, il musicista assunto da Joss Whedon per rifare la colonna sonora di Justice League al posto di Junkie XL, ha messo in dubbio l’esistenza di un montaggio di Zack Snyder, lo stesso regista ha pubblicato su Vero, il social che utilizza, una fotografia che toglie ogni dubbio. La sua versione, denominata Director’s Cut esiste ed ha una durata di 214 minuti, più o meno quando The Irishman.

Ora la palla passa, ancora una volta, alla Warner Bros.

________________________________________________________________

Sono passati due anni dall’uscita nelle sale di Justice League.

Il film che avrebbe dovuto essere l’equivalente degli Avengers in casa Warner/DC, con Batman, Superman, Aquaman, Wonder Woman, Flash e Cyborg tutti assieme a combattere le minacce di Steppenwolf e dei suoi parademoni, fu un flop abbastanza bruciante.

Ma molti problemi sembrarono derivare dal fatto che Zack Snyder, regista e co-sceneggiatore con Chris Terrio, fu costretto a lasciare il suo lavoro prima della conclusione del montaggio finale, per una dolorosissima tragedia familiare.

La Warner ne approfittò stupidamente per affidare il film a Joss Whedon, il regista dei primi due Avengers, da cui pretese una lunga serie di riscritture e nuove riprese, che cambiarono radicalmente il tono del film.

Se per Snyder si trattava della conclusione di una sorta di trilogia cristologica su Superman, che era cominciata con L’uomo d’acciaio ed era proseguita con Batman v Superman: Dawn of Justice, per Whedon l’obiettivo era quello di alleggerire il tono cupo del film, comune ai due precedenti.

Allora la Warner veniva stupidamente criticata per le atmosfere plumbee e i personaggi pensosi e negativi ed era molto preoccupata del tono di questo Justice League, apparentemente lontanissimo dalla leggerezza demenziale degli Avengers.

Solo due anni dopo l’ancor più severo e violento Joker è diventato il suo film simbolo, ma allora il panico si diffuse tra gli executive, che distrussero la visione di Snyder, proprio nel momento in cui il regista non poteva farci nulla.

Eppure, sin da subito, era apparso evidente che quello che fu stato distribuito non era il film di Snyder e non era neppure quello di Whedon, ma un ibrido spesso privo di senso.

Sin da allora partì una piccola campagna social che con l’ashtag #ReleaseTheSnyderCut, chiedeva alla Warner di distribuire la versione originale di Snyder: magari non sarà un capolavoro, ma certamente è probabile sia più coerente con il suo lavoro precedente.

Il problema è che verosimilmente quella versione era ancora in un montaggio provvisorio e non aveva gli effetti speciali terminati.

Pertanto non si tratta solo di rilasciare un nuovo bluray, ma di spendere qualche milione di dollari per sistemare il nuovo montaggio.

Per un film che non ha certo arricchito la Warner…

Eppure nel corso dei mesi, molti dei partecipanti a quel film hanno appoggiato la campagna.

Jason Momoa più di tutti, a cui Snyder ha mostrato la sua versione, sia pure nello stato provvisorio in cui è.

Non solo Zack Snyder, ovviamente, che si è sentito defraudato del suo film, con piena ragione, ma anche gli attori, il direttore della fotografia e in ultimo l’ex presidente della DC Entertainment, Diane Nelson hanno spinto per restituire il film alla sua versione originale.

Proprio ieri la Nelson ha scritto sui propri social: “If Zack feels he had the time and resources to finish a cut to his satisfaction and he would like fans to see it, nothing would make me happier than for him to have that opportunity. He earned it and was not only a great filmmaking talent but a true gentleman and professional in all his dealings with the Studio and DC.”

Nel frattempo anche Damon Lindelof, l’autore del Watchmen tv per la HBO, ha supportato la campagna, scrivendo “I’m not saying I’ve seen it, but if I HAD, I would unequivocally support the powers that be to #releasethesnydercut.”

Nel frattempo nuovi messaggi social di Jason Momoa, Ben Affleck, Ray Fisher e Gal Gadot riportavano l’ashtag #ReleaseTheSnyderCut.

Ormai la palla passa alla Warner/DC. E’ evidente che tutti coloro che ci hanno lavorato, riconoscano la versione di Snyder come meritevole di vedere la luce.

E anche noi, nel nostro piccolo, ci associamo.

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.