A pigeon sat on a branch reflecting on existence vince il Leone d’Oro

pigeon10

E’ il film svedese di Roy Andersson, A pigeon sat on a branch reflecting on existence a vincere la 71° Mostra del cinema di Venezia.

Accogliendo la mozione più cinefila, la giuria ha scelto di premiare l’ironia sottile ed il grande spirito umanista dell’anziano maestro, per l’ultimo film dell’ideale trilogia cominciata con Songs from the second floor.

Il gran premio della giuria va The Look of Silence di Oppenheimer, la seconda parte del dittico sulla storia indonesiana inaugurato dall’epocale The act of killing.

Andrey Konchalovsky è il miglior regista per Le notti bianche del postino.

La coppia degli attori di Hungry Hearts si porta casa con assai poco merito le Coppe Volpi, mentre la sceneggiatura più convincente è quella dell’iraniano Tales.

La giuria ha fatto certamente un buon lavoro, selezionando alcuni tra i migliori film in concorso. Restano esclusi a nostro avviso solo Birdman che però ha avuto l’onore dell’apertura ed il francese Loin des hommes.

Ecco tutti i premi:

Leone d’Oro per il Miglior Film: A Pigeon Sat on a Branch Reflecting on Existence di Roy Andersson

Leone d’Argento per la Migliore Regia: The Postman’s White Nights di Andrey Konchalovsky

Gran Premio della Giuria: The Look of Silence di Joshua Oppenheimer

Coppa Volpi per la Migliore interpretazione maschile: Adam Driver per Hungry Hearts

Coppa Volpi per la Migliore interpretazione femminile: Alba Rohwacher per Hungry Hearts

Miglior Sceneggiatura: Ghesseha (Tales) di Rakhshan Banietemad

Premio Marcello Mastroianni a un giovane attore o attrice emergente: Romain Paul per Le dernier coup de marteau di Alix Delaporte

La Giuria internazionale della sezione Orizzonti presieduta da Ann Hui assegna, senza possibilità di ex-aequo, i seguenti premi:

Premio Orizzonti per il Miglior Film: Court di Chaitanya Tamhane

Premio Orizzonti per la Miglior Regia: Theeb Naji Abu Nowar

Premio Speciale della Giuria di Orizzonti: Belluscone di Franco Maresco

Premio Orizzonti per il Miglior Cortometraggio: Maryam di Sidi Saleh

Premio Orizzonti per la miglior interpretazione maschile o femminile: Emir Hadzihafizbegovic per Takva su Pravila (These are the Rules) di Ognjen Sviličić

Leone del Futuro – Premio Venezia Opera Prima “Luigi De Laurentiis”:

Court di Chaitanya Tamhane

La Giuria della sezione Venezia Classici presieduta da Giuliano Montaldo assegna:

Premio Venezia Classici per il Miglior documentario sul cinema: Animata resistenza di Francesco Montagner e Alberto Girotto

Premio Venezia Classici per il Miglior Film Restaurato: Una giornata particolare di Ettore Scola

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.