Annapurna licenzia il presidente della divisione film e annulla due progetti

Con una mossa a sorpresa Chelsea Barnard, presidente della divisione film alla Annapurna Productions, è stata licenziata in tronco e due suoi progetti sono stati annullati.

Il primo era il ritorno di Jennifer Lopez al cinema con The Hustlers at Scores, una storia vera che racconta come alcune ballerine del locale del titolo abbiano approfittato delle notizie riservate dei loro clienti, nei momenti difficili della crisi finanziaria del 20018. Il progetto è tratto da una storia vera ed accanto a JLo avrebbe dovuto esserci Constance Wu, la star di Crazy & Rich, mentre Lorene Scafaria era incaricata della regia.

Il secondo progetto, ancora senza titolo, raccontava lo scandalo molestie a Fox News con Roger Ailes. Il film avrebbe dovuto andare sul set tra due settimane, con Nicole Kidman nei panni di Gretchen Carlson, Charlize Theron, John Lithgow, Margot Robbie nel ruolo di nel ruolo di Megyn Kelly e Malcolm McDowell come Rupert Murdoch, con una sceneggiatura di Charles Randolph (La grande scommessa) e la regia dell’esperto di commedie Jay Roach (Austin Powers, Ti presento i miei, L’ultima parola) che dal 2012 ha dato una svolta decisamente più politica al suo lavoro.

Pare tuttavia che questo secondo progetto sia stato già ‘salvato’ dalla Focus Features, Amblin e Participant Media, che dovrebbero dividersi i costi di produzione.

Mentre per il primo si è fatta avanti la STX.

Strani movimenti nella compagnia di Megan Ellison, sinora esempio virtuoso di una programmazione attenta e di qualità: ma la decisione di affiancare la distribuzione alla produzione sembra aver compromesso i bilanci societari. Il flop sanguinoso di Detroit non è stato bilanciato dalle scelte successive. The Sisters Brothers, coprodotto per il 25% e distribuito direttamente negli Stati Uniti, ha fruttato appena 5,5 milioni di dollari ed anche i prossimi If Beale Street Could Talk di Berry Jenkins e Vice di Adam McKay sono progetti rischiosi.

Dal lato distributivo è andato benino Sorry To Bother You, non come ci si attendeva il nuovo Il giustiziere della notte. Prima di Natale Annapurna distribuirà con il suo partner Mgm, Creed II da cui si attende molto, poi Destroyer di Karin Kusama con Nicole Kidman, La Ellison ha strappato i diritti americani di Bond 25, ma per questo bisognerà attendere San Valentino del 2020.

Pare che Larry Ellison, il padre di Megan, abbia deciso di intervenire direttamente sulla società per rimetterla in sesto, dal punto di vista finanziario, bloccando i due progetti che avevano un sapore divisivo e politico e licenziando chi riteneva responsabile delle scelte di prodotto, esclusa la figlia, naturalmente.

La tempesta che si è scatenata in queste ore, sembra preludere a nuovi assetti, posto che Ellison è uomo di numeri, ma il mondo del cinema non è il suo. Molti pensano che a capo della Annapurna Pictures ci sarà presto un nuovo management con un’esperienza consolidata, che affianchi Megan nel suo ruolo di paladina del cinema d’autore americano, consentendo alla sua società di fermare l’emorragia di cassa, senza perdere la sua missione.

D’altronde è sempre più difficile competere nel piccolo mercato del cinema adulto, drogato dalla presenza inquietante di Netflix.

Annunci

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.