Venezia 2013. La jalousie

la_jalousie_xlg

La jalousie **1/2

Il nuovo film di Philippe Garrel è una sorta di corto-circuito familiare e cinematografico al tempo stesso.

La jalousie mette in scena i genitori del regista, il padre – l’attore Maurice – che abbandonò lui e la madre per vivere con un’altra donna. Nel film però il padre è interpretato da Louis Garrel, il figlio del regista.

Louis fa l’attore – ovviamente – e lascia la bionda moglie e la simpatica figlioletta, per vivere in una angusta mansarda con un’altra attrice, Anna Mouglalis, che non lavora più da sei anni e si affida completamente a Louis, pazza di gelosia, ma non estranea al tradimento, sia pure estemporaneo.

Lo strano ménage familiare comprende anche le visite della piccola bambina che instaura un rapporto felice e sereno con la nuova compagna del padre.

Ma i sentimenti non reggono alle tentazioni della vita. Louis tradisce l’amante con una collega di palcoscenico e poi soffre le sue pene d’amore, quando la compagna, stufa della povertà e del dolce far niente, accetta le avances ed un nuovo appartamento da un ricco architetto.

Il film di Garrel, sembra uno strano reperto di Venezia Classici, con il suo bianco e nero e la narrazione ellittica, per episodi, sembra arrivare direttamente dagli anni ’60, dalla Nouvelle Vague a cui Garrel ha aderito pur giovanissimo, subito dopo i primi successi di Truffaut e Godard.

E il richiamo sarà magari irresistibile per Bernardo Bertolucci, presidente della giuria che ha sempre idolatrato quel tempo e quella temperie artistico-culturale.

Il film pur pregevole per concentrazione e sintesi, non ci regala molte novità sul tema, restituendo con mano felice una ronde sentimentale in cui le separazioni e gli abbandoni sono il giusto contraltare ad una libertà che non ammette esclusive.

Insopportabile, come sempre, Louis Garrel, che rifà se stesso per la centocinquantesima volta: il fragile attore belloccio, con la barba di tre giorni ed i capelli scomposti, sensibile e traditore, che piange calde lacrime d’amore.

Jalousie 3

Annunci

Un pensiero riguardo “Venezia 2013. La jalousie”

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.