Cannes 2013. Wakolda

Wakolda

Wakolda *

In un festival che ospita l’ultimo documentario di Claude Lanzmann, il grande regista francese che ha trovato inadeguato persino Shindler’s List, questo Wakolda ci e’ sembrato un affronto imperdonabile.

La giovane regista immagina una storia il cui protagonista e’ Mengele, il criminale nazista ed il teorico della supremazia della razza, appassionato di esperimenti aberranti su donne e bambini.

Il fisiologo tedesco si e’ rifugiato in Argentina dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale e vive in incognito, protetto da una fo0rte comunita’ locale.

Qui siamo negli anni ’60 a Bariloche. Mengele e’ ospite di un piccolo albergo. E trova nella figlia dei proprietari un esemplare perfetto per i suoi esperimenti. La ragazzina ha 12 anni, ma ne dimostra solo 9. A scuola le compagne la prendono in giro. La mdre decide di seguire i consigli dell’ospite tedesco e le fa prendere ormoni e medicine che la aiutino a crescere piu’ in fretta.

Nel frattempo la donna e’ incinta di due gemelli. Mengele si offre di aiutare la donna a gestire la gravidanza.

La fotografa del paese capisce che c’e’ qualcosa che non quadra e collabora con i servizi israeliani, ma mentre la tv rilancia l’arresto di Eichmann, Mengele riesce a fuggire.

Il film ha un certo interesse perche’ ricorda le strane toerie superomistiche di Mengele. Ma il ritratto del criminale nazista e’ improbabile e moralmente riprovevole. Farne il protagonista ambiguo della propria storia e’ un’operazioen che la Puenzo si sarebbe potuta risparmiare.

E che banalizza la tragedia dell’Olocausto con modi da sceneggiato televisivo di quart’ordine, regalando all’infame una fuga finale in idrovolante verso il cielo che e’ letteralmente digustosa.

Da dimenticare in fretta. O forse no…

Annunci

Un pensiero riguardo “Cannes 2013. Wakolda”

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.