Due nuovi Halloween per la Blumhouse nell’ottobre 2020?

La notizia è ancora un’indiscrezione, ma vale la pena di riportarla perchè è particolarmente curiosa.

Secondo quanto riportato dal sito Bloody Disgusting, la Blumhouse starebbe programmando due nuovi capitoli di Halloween, sequel del film di David Gordon Green, uscito lo scorso mese di ottobre, per il 2020.

Al timone del progetto dovrebbe esserci ancora una volta il regista di Strafumati, Joe e Manglehorn, che girerebbe i due sequel back to back, confermando il budget di 15 milioni del precedente.

La notizia vera però sarebbe che la Blumhouse avrebbe intenzione di distribuire i due film a pochissima distanza l’uno dall’altro, all’inizio e alla fine di ottobre 2020, con il secondo ovviamente destinato al weekend di Halloween.

E’ una mossa curiosa, che potrebbe anche avere un senso logico qualora i due script rispettassero uan scansione così ravvicinata degli eventi o fossero due parti di una medesima storia.

Per ritrovare un esempio simile bisogna ritornare ai sequel di Matrix, lanciati a maggio e agosto 2003 o a Kill Bill, distribuito tra ottobre 2003 e aprile 2004.

Bisogna inoltre considerare che il 94% del suo incasso americano Halloween l’ha fatto, l’anno scorso, nelle prime tre settimane di programmazione. Questo darebbe un senso anche economico all’operazione, lasciando al primo capitolo lo spazio sufficiente per trovare il suo pubblico, prima dell’uscita del secondo, venerdì 30 ottobre.

Magari anche immaginando un double feature, a quel punto…

 

 

Annunci

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.