Captain America: The Winter Soldier

captain-america-the-winter-soldier-international

Captain America: The Winter Soldier **

Dopo il successo planetario di The Avengers, la Marvel ha scientificamente pianificato una strategia commerciale che prevede almeno due film della serie SHIELD all’anno.

La nuova serie è cominciata con Iron Man 3 e si concluderà con il nuovo episodio collettivo Age of Ultron.

Questo secondo Captain America, affidato ai fratelli Russo, è il nono film della Marvel.

Il look retro del primo capitolo diretto da Joe Johnston è qui completamente oscurato da una storia che si svolge quasi interamente al presente e che si pone in decisa continuità con i fatti accaduti in The Avengers.

Buck Rogers/Captain America sta imparando in fretta usi e costumi del XXI secolo, anche grazie all’aiuto di Natasha Romanoff/Vedova Nera.

Nick Fury dello SHIELD lo vuole sempre in azione, ma, durante un’azione apparentemente volta a salvare il personale dell’agenzia, attaccato in mare dai pirati, Rogers si rende conto che Vedova nera che lo affianca ha tutta un’altra missione: recuperare dei preziosi dati interni, trafugati per finalità oscure.

Captain America si sente usato e comincia a sospettare che all’interno dello SHIELD ci sia una lotta di potere più complessa di quella che aveva ipotizzato.

Fury nel frattempo è oggetto di un agguato: il misterioso The Winter Soldier lo vuole morto.

All’interno dello SHIELD il superiore di Fury, Alexander Pierce, prende su di sè i poteri operativi ed ordina una caccia all’uomo contro Captain America, che sembra nascondere informazioni rilevanti sull’assalto a Fury.

Ad aiutare Rogers ci sono Vedova Nera ed un veterano di guerra, Sam Wilson/Falcon, che sta sperimentando una nuova arma che gli consente di volare.

Insieme scopriranno, nella vecchia base dello SHIELD una verità difficile da immaginare e che affonda le sue radici nella Seconda Guerra Mondiale.

Il film dei fratelli Russo si pone perfettamente in sintonia con il masterplan della Marvel: il loro non è nè più nè meno di un ottimo episodio di una serie destinata a durare. Lo sviluppo orizzontale della storia si fonde perfettamente con quello verticale.

La sceneggiatura di Stephen McFeely, Christopher Markus, già autori del primo Captain America e del secondo Thor, è lineare e senza forzature, gli attori protagonisti cominciano ad essere a loro agio nei costumi da eroi e la guest star Robert Redford, nei panni dell’ambiguo Alexander Pierce, è una scelta indovinata di “casting against type” ed una strizzata d’occhio al cinema liberal che fu.

Perchè se lo stile retrò del primo episodio è qui interamente abbandonato, Captain America non può che guardare al passato. Ed allora il film gioca la carta del nemico interno ed usa le suggestioni sull’uso della forza, per mantenere la pace, costruendo una sottotrama politica antiautoritaria tipicamente anni ’70.

Certo, stiamo sempre parlando di un film d’azione e intrattenimento, ma nel mondo Marvel senza dubbio Captain America sembra essere il più riflessivo tra gli eroi in costume, ossessionato dal passato – quello personale e quello collettivo – ed incapace di orientarsi in un mondo in cui i ruoli sono sempre più sfumati…

I toni da screwball comedy di Iron Man e quelli fantasy di Thor cedono il passo ad un racconto fondamentalmente classico, che costruisce una realtà parallela non troppo distante da quella effettiva, pantografandone paure e ossessioni.

Ed intanto gli Avengers si preparano a tornare tutti in campo…

captain-america-the-winter-soldier-wallpaper-6

 

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.