Parole in libertà

Da un’ANSA di ieri sera:

“Siccome i finanziamenti sono dello Stato, d’ora in poi intendo mettere becco anche nella scelta dei membri della giuria del Festival del Cinema di Venezia». é assai critico e determinato il ministro della Cultura Sandro Bondi, che, in una intervista a Panorama, commenta l’esito della Mostra conclusasi meno di una settimana fa.

«I risultati del Festival – sostiene Bondi nell’intervista – costringono tutti ad aprire gli occhi e fare autocritica». Il ministro critica sia il presidente della giuria, il regista americano Quentin Tarantino, sia Marco Müller, il direttore della mostra: «Tarantino è espressione di una cultura elitaria, relativista e snobistica. E la sua visione influenza anche i suoi giudizi critici, pure quelli verso i film stranieri», sostiene il ministro.

Mentre Müller, a suo giudizio, è come un allenatore di calcio: «Innamorato dei propri schemi fino al punto di non privilegiare i talenti e le novità che sono sotto gli occhi di tutti»

Come ha scritto oggi Mereghetti sulla prima pagina del Corriere, ci sarebbe da ridere, o forse da piangere, a leggere queste dichiarazioni, rilasciate da un Ministro che non va a cinema dai tempi di Tognazzi (!!!) e che neppure ha messo piede alla Mostra.

Un’altra buona occasione perduta, per restare il silenzio. Continuiamo così, facciamoci del male.

 

 

P.S. A Marco Mueller bisognerebbe fare un monumento… subito…

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.