Dune debutta in vetta al box office americano: 40 milioni per l’epopea di Villeneuve

Un mese dopo l’uscita italiana e internazionale del film, Dune arriva finalmente anche negli Stati Uniti e in Cina.

Piratato un giorno prima dell’uscita in GD, grazie ad HBO Max, su cui ha debuttato in contemporanea, il film di Denis Villeneuve ha incassato bene lo stesso, superando le attese della Warner e incassando 40 milioni al debutto.

E’ l’ottavo film della casa di Burbank ad aprire in testa al box office nel 2021, ma le release in contemporanea streaming hanno ridotto di molto le chance d’incasso tradizionali.

Secondo una stima di Deadline, il film di Villeneuve avrebbero già perso 55 milioni di dollari d’incasso questo primo weekend, considerando i dati delle visioni casalinghe.

Per un film che pare sia costato a Legendary (75%) e Warner (25%) quasi 300 milioni trta produzione, pubblicità e distribuzione, non è cosa da poco.

Per il 2021 la Warner ha ripristinato una finestra di esclusiva per la sala di 45 giorni.

Gli incassi IMAX del film hanno coperto il 22% dell’incasso.

Halloween Kills è sceso al secondo posto con altri 14 milioni e un totale di 73 milioni in due weekend.

No Time To Die è terzo con 11,9 milioni e 120 complessivi.

Venom: la furua di Carnage è quarto con 9 milioni e 181 totali.

Molto buono il debutto di The French Dispatch, il nuovo film di Wes Anderson che in sole 52 sale ha incassato 1,3 milioni di dollari. Un risultato da pre-pandemia. La miglior media per sala in tempo di Covid.

La prossima settimana sarà in 600 sale e vedremo se avrà davvero le gambe per bissare il successo di The Grand Budapest Hotel. 

Nel resto del mondo, Dune ha guadagnato la testa del B.O. internazionale aggiungendo altri 47 milioni al suo totale di 220 complessivi, con una discreta uscita cinese per 22 milioni di dollari, in un mercato che si va chiudendo sempre di più, ripiegato sui kolossal locali.

The Battle At Lake Changjin ha raggiunto oramai 830 milioni.

La prossima settimana uscirà in Cina anche No Time To Die e potremo avere una conferma di questa scelta autarchica del pubblico locale.

Dietro Dune si posiziona Venom 2 che aggiunge 38 milioni e si posta a 352 complessivi.

Sale ancora No Time To Die a 525 milioni ed è il secondo titolo americano a superare la soglia del mezzo miliardo dopo Fast & Furious 9. Il film continua ad andare benissimo in Europa, trainato dal dato in UK con 100 milioni superati di slancio.

In Italia è stato un weekend cinemtografico un po’ sottotono con Venom: la furia di Carnage in testa con 5,1 milioni complessivi in due settimane di programmazione.

Terzo posto per No Time To Die che supera i 7 milioni avvicinandosi alla soglia psicologica del milione di biglietti staccati.

Halloween Kills è solo quarto con 514.000 euro.

Dune esce dalla top ten, ma supera i 7 milioni di euro e diventa il film più visto in pandemia in Italia. Oggi tuttavia dovrebbe cedere lo scettro a James Bond.

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.