Gli incassi di Star Wars crollano, ma Gli Ultimi Jedi rimangono in testa anche a Natale

Il muro che la Disney ha eretto a protezione del fragilissimo Gli ultimi Jedi, sorretto da una campagna stampa da soviet staliniano, sta cominciando a crollare rapidamente.

La mediocrità assoluta del film di Johnson si è accompagnata ad una caduta vertiginosa degli incassi del film del 69% dal primo al secondo weekend.  Altro che moltiplicatore per 3,8, temo che non arriverà neppure a 3, a questo punto.

Fosse capitato ad un film della DC avremmo la rete inondata da retroscena, accuse, sarcasmo e commiserazione. Ma questo è il colosso Disney. Altra storia.

Dai 220 milioni del primo weekend, Star Wars scende così ad un misero 68: il totale è ancora notevole, con 365 milioni in patria e 745 in tutto il mondo, ma i 2 miliardi de Il risveglio della forza restano una chimera.

L’accanimento con il quale ogni voce critica è stata silenziata da accuse di passatismo, se non di collaborazionismo trumpiano (?) o di essere parte di un malsano complotto informatico, non sembra aver avuto l’effetto sperato.

Se persino Mark Hamill ha espresso con grande pacatezza il suo dissenso sulla sorte del suo personaggio, quel fronte monolitico sta cedendo piano piano.

E il pubblico sta rispondendo anche con i biglietti, oltre che con le opinioni tragicamente negative su Metacritic e Rotten Tomatoes: c’è poco da fare.

Al secondo posto negli States Jumanji: Welcome to the Jungle con 34 milioni e al terzo Pitch Perfect 3, con 20.

The Greatest Showman è solo quarto con 8,6 milioni. Il brutto Dowsizing solo settimo con 4,6 milioni.

Bene The Post in limited release: 495.000 dollari in sole 9 sale.

Anche in Italia rimane in vetta Star Wars – Gli ultimi Jedi con 3 milioni nella seconda settimana che diventano 9 in totale.

La vera sorpresa continua ad essere Assassinio sull’Orient-Express che si conferma secondo con 1 milione e un totale di 10,6.

Terzo posto per Poveri ma ricchissimi del regista innominabile con Christian de Sica che arranca con 844.000 euro. Wonder con la Roberts è quarto con 796.000 euro.

Sopra il mezzo milione solo Ferdinand e La ruota delle meraviglie.

Ma il vero Natale del box office italiano arriva con Santo Stefano. Attendiamo l’aggiornamento dei dati, a partire da metà settimana per sapere chi vincerà la battaglia di fine anno.

 

 

 

 

Annunci

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.