Al di là dello sguardo: Dark Places – Nei luoghi oscuri

Projet Alexandre Astier, un film d'Alexandre Astier avec Isabelle Adjani (Mme Hansen-Bergmann), Alexandre Astier (David), Julie-Anne Roth (Clémence), Jean-Charles Simon (Dr Reiner) et Victor Chambon (Hugo)

Dark Places – Nei luoghi oscuri

“Avevo 8 anni quando le uccisero. La piccola orfana del massacro della prateria del Kansas.” (Libby)

Cinematograficamente parlando, il nome della scrittrice Gillian Flynn è familiare al grande pubblico sin dal successo di Gone Girl di David Fincher, l’ottimo thriller psicologico che si è distinto nel panorama filmico della scorsa stagione, suscitando un vivo interesse tra gli appassionati del grande schermo. La Flynn è l’autrice dell’omonimo best seller da cui è tratto il film, e ne scrive anche la sceneggiatura. Prima di Gone Girl aveva pubblicato Nei luoghi oscuri (Dark Places), suo secondo romanzo, un mistery thriller edito in Italia da Edizioni Piemme e ora adattato per il cinema dal francofono Gilles Paquet – Brenner (La chiave di Sara).

La pellicola ha come protagonista la statuaria Charlize Theron (anche in veste di produttrice) nel ruolo di Libby Day, unica superstite e testimone del macabro assassinio della madre e delle sorelle, avvenuto una notte di ottobre del 1985 in una fattoria del Kansas. Fu il fratello sedicenne Ben ad esserne considerato responsabile, incastrato dalla testimonianza della sorellina, alla quale venne estorta una confessione frettolosa al fine di archiviare il caso. Saranno trascorsi 25 anni quando Libby dovrà tornare a fronteggiare la sua infanzia oscura e dolorosa: a mettersi in contatto con lei è Lyle (Nicholas Hoult, di nuovo insieme alla Theron dopo il recente Mad Max – Fury Road), esponente del Kill Club, un gruppo di appassionati di crimini violenti, che le offre del denaro per partecipare ai loro incontri e svolgere nuove indagini sul suo caso. Il passato è di nuovo presente e per Libby il dubbio sull’innocenza del fratello che sta scontando un ergastolo, forse ingiustamente, sarà ormai troppo forte per essere ignorato.

Se il marchio Gillian Flynn poteva far ben sperare, questa volta, la storia estrema narrata nel romanzo non mantiene la stessa credibilità e lo stesso realismo quando diventa cinema. Il Premio Oscar Charlize Theron funge indubbiamente da pilastro del film, ce la mette tutta, e riesce benissimo a far da collante tra le parti: due presenti che coesistono fino a convergere alla fine e che, grazie ad un continuum serrato di flashback disordinati, sono funzionali a mantenere vigile l’attenzione del pubblico. L’espediente narrativo dei vorticosi rimandi al passato e dal passato al presente, così come la voce fuori campo della Libby adulta, sostengono bene l’analisi introspettiva che la donna effettua su se stessa, sentendo riemergere dal profondo un amaro senso di colpa che non le ha mai permesso di liberarsi del trauma infantile subito.

In realtà è tutto il contorno ad abbinarsi male a Charlize Theron e la poca attendibilità dello script intacca anche, seppur parzialmente, il suo personaggio, quasi da farla sembrare la brutta copia della Young Adult della dark comedy di Jason Reitman in cui la stessa attrice interpretava una “donna cresciuta”. Poco verosimile anche la rappresentazione di un certo tipo di culti satanici e dei loro praticanti, che macchia il thriller di toni da horror mediocre, se di horror si può parlare. Questo porta alla ridicolizzazione dei coprotagonisti, sopra le righe nei dialoghi e nelle azioni; si pensi alla teenager Diondra di Chloe Grace Moretz, in un ruolo inspiegabilmente sanguinolento e “vampiresco”. Eppure la fotografia di Berry Ackroyd (candidato all’Oscar per The Hurt Locker) e il rif musicale piazzato un po’ ovunque ma più incisivo nei punti di raccordo tra le scene, ammiccano sensatamente a quelle atmosfere horror ‘anni 80; ma solo a mo’ di suggestione. A poco più di metà del film ci si augura che un robusto colpo di scena possa cambiarne le sorti: ma il fascino dell’immersione nei misteriosi “luoghi oscuri” della memoria rimane un piccolo focolare.

dark_places-620x796

Annunci