Michael Moore difende Zero Dark Thirty

zerodarkthirty-michaelmoore

Attaccato in maniera assai ipocrita da pseudointellettuali e politici, Zero Dark Thirty, che partiva da favorito per i prossimi Oscar, ci ha rimesso molte nominations compresa quella per Kathryn Bigelow.

Ora che il film è nelle sale e tutti lo possono vedere cominciano a farsi sotto i suoi sostenitori: Michael Moore ha scritto un post su Facebook in difesa del film.

In particolare sul tema scottante del ruolo della tortura nella caccia a Bin Laden ha scritto:

And then, as the movie shows, the CIA abruptly shifts from torture porn to – are you sitting down? – *detective work.* Like cops do to find killers…In the final third of ‘Zero Dark Thirty,’ the agents switch from torture to detective work – and guess what happens? We find bin Laden! Eight years of torture – no bin Laden. Two years of detective work – boom! Bin Laden! And that really should be the main takeaway from ‘Zero Dark Thirty’: That good detective work can bring fruitful results – and that torture is wrong.

Time Magazine ha dedicato la copertina alla Bigelow che si è difesa anche sulla CBS intervistata da Charlie Rose.

Zero Dark Thirty uscirà il 7 fennraio in Italia.

 

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.