Cannes 2012. Antiviral

Antiviral *1/2

Un certain regard

Debutto alla regia del figlio di David Cronenberg, Brandon, questo Antiviral sembra proseguire i discorsi sulla carne e la tecnologia, che affascinavano tanto l’autore canadese negli anni ’80 e che in Existenz avevano trovato la loro riflessione definitiva.

In un futuro prossimo venturo, ci sono cliniche specializzate nell’instillare nei fans, virus e malattie dei divi della tv. L’ossessione per la celebrita’ si e’ spinta sino all’inverosimile. Si mangiano persino bistecche fatte con le cellule dei personaggi dei talk show, in un delirio senza fine.

Il protagonista, Syd March, lavora per una di queste compagnie ed anche per il contrabbando illegale. Possiede una macchina per identificare e catalogare i virus e li cede ad un losco trafficante che gestisce un negozio per fans insaziabili.

La diva piu’ ambita e’ tale Hannah Geist, di cui la societa’ di Syd possiede l’esclusiva. La giovane e’ malata e Syd viene mandato a prelevare un campione del suo sangue per estrarne e riprodurne il virus.

Brandon pero’ se ne inietta una piccola quantita’, senza sapere che la malattia di Hannah e’ apparentemente mortale ed incurabile. Pian piano verranno a galla le lotte tra le compagnie, il ruolo dei medici, l’ossessione feticista e malata per le nuove divinita’.

Il protagonista sara’ trascinato in una spirale di sangue e complotti, in cui nessuno e’ piu’ innocente e le frontiere dello sfruttamento del corpo si sposteranno in continuazione.

Il film e’ un ibrido tra i temi del primo Cronenberg e la confezione laccata delle sue opere mature. Predomina il bianco algido e asettico, macchiato dal sangue nero che cola copiosamente.

Una sinfonia di aghi e provette indigesta a coloro che ne hanno il timore. Gli altri si potranno magari anche divertire con questo thriller che va preso per quello che e’, un giochino citazionista, un omaggio filiale, furbo la sua parte. Pronto per lo stracult o l’oblio.

Annunci

Un pensiero riguardo “Cannes 2012. Antiviral”

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.