Dark Mirrors: le serie da non perdere a febbraio e marzo – parte I

Tra le serie in uscita in queste ultime settimane invernali ci sono ritorni importanti ed interessanti novità a dimostrazione che anche nello streaming on demand l’incremento dei competitor giova alla vitalità del settore.

Con la collaborazione di Alessandro Vergari.

THE OUTSIDER, è in uscita il 17 Febbraio su Sky Atlantic una delle serie più attese dell’anno, anche grazie alle parole di Stephen King che l’ha definita tra le migliori trasposizioni dei suoi lavori. Considerando che i precedenti illustri non mancano (cfr. la nostra recensione di Mr.Mercedes) e che la produzione HBO è un marchio di qualità, tra i fan di King c’è molta attesa per assistere ai dieci episodi di questa prima stagione. Protagonista delle indagini sarà il detective Ralph Anderson, interpretato da Ben Mendelson che abbiamo già visto in Rogue One nei panni di Orson Krennic e nella serie Bloodline per cui ha anche vinto un Emmy per il ruolo di Danny Rayburn.

Le indagini vertono sull’assassinio di un bambino di 11 anni trovato mutilato tra i boschi della Georgia: gli indizi portano al coach Terry Maitland (Jason Bateman), un uomo stimato da tutta la comunità, ma presto la pista si rivela senza sbocco. L’investigatrice Holly Gibney (Cynthia Erivo) suggerisce un approccio diverso da quello razionale di Mendelson: qualcosa di malvagio circonda la comunità e collega il delitto ad altri efferati crimini del passato, facendo scivolare a vicenda verso scenari sempre più oscuri e sovrannaturali. Chi fa correre lo show è Richard Price, autore tra l’altro di una delle serie più apprezzate del 2016, The night of e collaboratore della mitica The Wire. Alla regia, tra gli altri, Jason Bateman, vincitore di un Emmy per l’episodio ‘Reparations’ della serie Ozark.

Tutte ottime premesse per una visione immersiva che ci accompagnerà settimanalmente tra la fine dell’inverno e l’inizio della primavera.

DAL: 17 Febbraio
DOVE: Sky Atlantic e Now TV
QUANDO: rilascio settimanale, ogni lunedì
NUMERO EPISODI: 10
GENERE: crime, drama, thriller, horror

PER QUELLI CHE: pensano che il male e l’orrore siano così ricchi di sfumature che per raccontarli è necessario andare oltre il reale. Solo così possiamo cercare di spiegare una forza che trascende la nostra ragione.

HUNTERS, serie originale Amazon Prime anticipata da un appetitoso trailer lanciato durante il Super Bowl 2020, è una delle proposte più ambiziose della stagione. Partiamo dal produttore, Jordan Peele. Il regista di Scappa – Get Out e Noi non è nuovo alla serialità televisiva. Peele è stato produttore esecutivo, tanto per dirne una, del recente revival di The Twilight Zone.

Qui si cimenta, sotto l’egida della sua casa di produzione Monkeypaw, con un progetto dalle tinte decisamente drammatiche. Il protagonista Meyer Offerman, a seguito dell’omicidio di una sua cara amica, un’anziana donna sopravvissuta all’Olocausto, decide di mettere in piedi una squadra molto particolare. Al centro del mirino dei “cacciatori”, gli hunters appunto, vi sono dei criminali, e non dei criminali qualunque: centinaia di ufficiali del Terzo Reich, macchiatisi di atroci crimini contro l’umanità, fuggiti clandestinamente negli Stati Uniti e ora pronti a rifondare il nazismo sul suolo americano. I nazisti dormienti risiedono in placide villette, conducono vite normali, organizzano barbecue a bordo piscina… E sono pronti all’azione. Offerman, è stato descritto dalla stampa d’oltreoceano come ‘a powerful and mysterious man’ ed è interpretato dal grande Al Pacino, reduce dal successo di The Irishman di Martin Scorsese. La serie è ambientata nella New York City del 1977, a conferma di un interesse delle serie tv verso la Grande Mela di quegli anni (The Deuce, Pose).

Un po’ Hitchcock e un po’ Tarantino, Hunters promette sangue, tensione e pallottole. Il pilot è stato affidato ad Alfonso Gomez-Rejon, regista di Edison – L’uomo che illuminò il mondo (2017). Il cast della serie, oltre ad Al Pacino, comprende Logan Lerman (vedi alla voce Percy Jackson) e l’attrice di lungo corso Carol Kane, insignita negli Anni Ottanta di due Emmy Awards. La colonna sonora di Hunters porta la firma di Cristobal Tapia de Veer, già autore delle musiche di Humans, di Philip K. Dick’s Electric Dreams e di “Black Museum”, celebre episodio di Black Mirror.

DAL: 21 Febbraio
DOVE: Amazon Prime Video
QUANDO: serie già disponibile in tutti gli episodi
NUMERO EPISODI: 10
GENERE: drama, thriller

PER QUELLI CHE: amano le storie di cospirazione e non si fidano del vicino della porta accanto.

BETTER CALL SAUL, finalmente sugli schermi la quinta stagione di una delle serie culto degli anni ‘10. Nato come spin-off di Breaking Bad, lo show di Vince Gilligan racconta come un giovane ed impacciato avvocato d’ufficio, Jimmy McGill diventi un avvocato in carriera senza scrupoli, il cinico Saul Goodman (Bob Odenkirk): uno che è meglio avere tra i propri amici, da contattare quando serve muoversi in una zona grigia tra legale ed illegale, quando la necessità supera ogni senso morale.

Saul Goodman (il nome è evocativo, sia nel riferimento biblico sia nel significato letterale del cognome) rappresenta uno degli anti-eroi più interessanti delle serie Tv ed accompagnarlo può essere frustrante ed irritante, ma certo non è mai qualcosa di banale o scontato. E dai teaser circolati in questi giorni, la nuova stagione sembra più violenta delle precedenti, come confermano le dichiarazioni di Odenkirk: “E’ sconvolgente sotto ogni punto di vista. E’ la migliore stagione cha abbia mai fatto e vi lascerà a bocca aperta”.

Il percorso di trasformazione si è ormai concluso e Jimmy, dopo la morte del fratello Chuck, ultimo fragile legame con una forma tradizionale ci moralità borghese, si arrende a Saul. Egli ha tentato con tutte le proprie forze di diventare migliore, di avere successo percorrendo vie socialmente accettabili, ma ora si è convinto che questo approccio non fa per lui, che è destinato a raggiungere il successo per altre vie: questo porterà inevitabilmente cambiamenti, anche e soprattutto nella vita delle persone che gli gravitano attorno, tra cui Kimberly (Rhea Seehorn)

La regia della stagione sarà affidata ancora, tra le altre, alla mano autoriale di Vince Gilligan ed al suo lessico fatto di inquadrature mai banali, con un preciso significato espressivo, sul modello del cinema di Sergio Leone.

Da non perdere.

DAL: 24 Febbraio
DOVE: Netflix
QUANDO: serie a rilascio settimanale, in contemporanea alla trasmissione su AMC
NUMERO EPISODI: 10
GENERE: crime, drama, thriller

PER QUELLI CHE: amano gli anti-eroi e quel sottile senso di disagio che ci lasciano addosso al termine della visione.

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.