Quentin Tarantino fa sul serio con Star Trek, ha scritto la serie Bounty Law e una commedia teatrale

In una magnifica intervista di Mike Fleming Jr per Deadline, Quentin Tarantino racconta i retroscena da cui è nato il suo ultimo film, dai ricordi personali alla scelta del cast, dai contatti con Polanski all’amore per chi non ce l’ha fatta nel mondo crudele di Hollywood.

Vi invitiamo a leggerla per intero, perchè è davvero imperdibile.

Tra le tante cose interessanti ha confermato di voler davvero fare una sorta di Pulp Fiction nello spazio con il suo Star Trek. La sceneggiatura scritta da Mark L. Smith è pronta, gli è piaciuta molto e il suo amore per il Capitano Kirk l’ha spinto ad appassionarsi fin da bambino all’Enterprise: I’m a big fan of the show Star Trek. I really like it a lot, but my portal into that show is William Shatner. I love William Shatner on Star Trek. I love his performance as James T. Kirk. That is my connection. That is my umbilical cord. It’s why I like Star Trek more than Star Wars, because William Shatner’s not in Star Wars. I think it’s one of the greatest performances in the history of episodic television, of a series lead, and rightly so, because very few series leads have ever gotten the opportunity to play all the different wild, crazy things. “The Enemy Within” alone…

Intende portare in Star Trek qualcosa che ancora non si è visto: I will say one thing about Star Trek that I’ve been waiting for someone to bring up. I don’t know if I’ll do it or not. I’ve got to figure it out, but Mark wrote a really cool script. I like it a lot. There’s some things I need to work on but I really, really liked it. I get annoyed at Simon Pegg. He doesn’t know anything about what’s going on and he keeps making all these comments as if he knows about stuff. One of the comments he said, he’s like “Well, look, it’s not going to be Pulp Fiction in space.” Yes, it is! [laughs hard]. If I do it, that’s exactly what it’ll be. It’ll be Pulp Fiction in space. That Pulp Fiction-y aspect, when I read the script, I felt, I have never read a science fiction movie that has this sh*t in it, ever. There’s no science fiction movie that has this in it. And they said, I know, that’s why we want to make it. It’s, at the very least, unique in that regard.

Inoltre ha confermato che, dopo aver scritto C’era una volta a… Hollywood, non è passato immediatamente alla pre-produzione del film, continuando a scrivere altre cose che erano più urgenti: Two things I had in mind that I wanted to work on, and I did, during that period of time. I wrote a play and I wrote five episodes of a TV series. It’s Bounty Law.

Bounty Law è la serie western interpretata da Rick Dalton, l’attore degli anni ’60 a cui Leonardo Di Caprio ha prestato il volto in C’era una volta a… Hollywood.

Tarantino ha anche confermato di avere molto materiale extra nel nuovo film e forse potrebbe venirne fuori un’edizione estesa a puntate, com’è stato per The Hateful Eight versione Netflix.

Il resto scopritelo voi su Deadline

Annunci

Un pensiero riguardo “Quentin Tarantino fa sul serio con Star Trek, ha scritto la serie Bounty Law e una commedia teatrale”

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.