A David Lynch l’Oscar alla carriera. Premiati anche Lina Wertmuller, Wes Studi e Geena Davis

Il Governors’ Board dell’Academy ha annunciato quali saranno i tre premi Oscar alla carriera e il premio umanitario intitolato a Jean Hersholt.

I tre premiati saranno David Lynch, David Lynch e David Lynch.

No, scusate: David Lynch, Wes Studi e Lina Wertmuller.

Ovvero uno dei più grandi registi americani viventi, un buon caratterista nativo-americano e la nostra regista dagli occhiali bianchi, la prima donna nominata all’Oscar per la migliore regia nel 1976, per Pasqualino Settebellezze.

David Lynch, già nominato più volte in passato per The Elephant Man, Velluto Blu e Mulholland Drive, è uno dei cineasti più straordinari e originali del cinema americano a cavallo tra i due secoli, capace di spingere l’arte cinematografica lungo i sentieri della sperimentazione più radicale, esplorando le derive del sogno e dell’incubo, destrutturando la grammatica e la narrazione, quando era necessario, indagando la provincia americana come nessun altro e riconoscendo la purezza essenziale del grande racconto classico, con Una storia vera.

Il suo memorabile ritorno a Twin Peaks, per Showtime, è l’ultimo suo lavoro: l’unico del decennio.

Mai premio più meritato di questo.

Accanto al suo nome, quello di Wes Studi, attore cherokee, distintosi soprattutto ne L’ultimo dei mohicani  e Heat con Michael Mann, The New World con Malick, fino ad Avatar di Cameron e al’ultimo Hostiles di Scott Cooper.

E quello di Lina Wertmuller, amatissima a Hollywood negli anni ’70, grazie al suo sodalizio con Giancarlo Giannini. Il debutto nel 1963 con I basilischi, poi un paio di musicarelli, quindi il grande successo con Mimì metallurgico…, Film d’amore e d’anarchia, Pasqualino Settebellezze e gli altri titoli chilometrici, Travolti da un insolito destino…, La fine del mondo… e Fatto di sangue…

Il premio umanitario va invece a Geena Davis, indimenticata coprotagonista di Thelma & Louise e premiata con l’Oscar nel 1988 per l’amaro Turista per Caso di Kasdan, premiata per la sua attività nel campo della gender equality.

I premi saranno consegnati, come purtroppo avviene da molti anni, in una cerimonia separata, il 27 ottobre.

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.