Annunci

Cannes 2017. Based on a True Story

Based on a True Story **

Overwhelmed by the success of her latest novel, Delphine is exhausted and has developed writer’s block.
She then meets Elle, a smart and intuitive woman who seems to understand her better than anyone.
Soon, the intensity of their friendship manifests itself in increasingly disturbing ways.

Ultimo film della selezione ufficiale, fuori concorso, Based on a True Story, scritto da Polanski assieme ad Olivier Assayas e’ un thriller di modeste ambizioni, che unisce elementi e suggestioni del passato con una struttura di genere che richiama esplicitamente Misery di Stephen King.

Cosa succede quando un’autirce di fama viene prima circuita, poi plagiata infine sequestrata ed avvelenata, da una delle sue lettrici piu’ avide?

E’ quello che si racconta nel film di Polanski: Emmanuelle Seigner e’ Delphine, un’autrice famosa impegnata nei consueti rendez vous professionali per il lancio del nuovo romanzo.

Una sera ad una festa incontra una sua ammiratrice, Elle, interpretata da Eva Green, che le chiede di autografare la sua copia. Tra le due, nasce una complicita’, quindi una sorta di amicizia.

Elle tuttavia pian piano conquista spazi sempre piu’ grandi nella vita di Delphine. Si trasferisce a casa sua, comincia a comportarsi come la sua agente, la sprona quindi a scrivere il suo nuovo romanzo raccontando si se’, della sua vita, regalando ai fans il suo ‘romanzo nascosto’.

Delphine resiste, per quanto puo’, ma la lontananza del fidanzato, impegnato negli Stati Uniti in una serie di interviste a scrittori di fama, per un programma televisivo, la rende vulnerabile all’influenza di Elle.

Le cose precipitano quando Delphine cade dalle scale e si rompe una gamba, diventando cosi’ completamente dipendente dall’aiuto della sua nuova amica.

Based on a True Story ha l’eleganza formale e maliziosa di tutti gli ultimi film del maestro, ma sembra curiosamente edulcorato, leggero, superficiale: peccato imperdonabile per uno dei maestri dell’inconscio, del perturbante, come Polanski.

Manca inoltre del tutto qualsiasi carica erotica tra i personaggi, che vorrebbero essere archetipi di una situazione classica, coem dimostra chiaramente il fatto che l’antagonista si chiama Elle (Lei o Her a seconda delle traduzioni).

Ma solo calembour di poco peso, in un film che viaggia sempre col freno a mano tirato, in cui forse l’incontra tra la sensibilita’ di Assayas e le sue ossessioni cinematografiche, mal si conciliano con lo spirito sadico e surreale di Polanski, lasciando Based on a True Story a mezza strada, incerto a quale ‘genitore’ dar retta.

Restano naturalmente alcune suggestioni sulla scrittura e sulla necessita’ di occultare il reale dietro la finzione, sull’ossessione per la fama e sull’identificazione tra l’artista e il suo pubblico, che pure sembrano appartenere piu’ al mondo di Assayas, che non a quello di Polanski.

Emmanuelle Seigner, curiosamente imbruttita, con i capelli sempre spettinati, maglioni larghi e jeans, poi con un ingombrante gesso, e’ piuttosto inconsueta per la parte, piu’ di maniera la bad girl Eva Green, abbonata ormai a personaggi perfidi.

Interlocutorio.

CREDITS

Roman POLANSKI – Director

Olivier ASSAYAS – Script / Dialogue

Jean RABASSE – Set decorator

Margot MEYNIER – Film Editor

Alexandre DESPLAT – Music

Pawel EDELMAN – Director of Photography

Lucien BALIBAR – Sound

CASTING

Emmanuelle SEIGNER – Delphine

Eva GREEN – Elle

Vincent PEREZ – François

Annunci

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: