45 anni

45 anni poster

45 anni***

Presentato alla Berlinale, lo scorso mese di febbraio, 45 anni è il terzo film dell’inglese Andrew Haigh, il primo lontano dai temi dell’omosessualità, che invece erano al centro di Greek Pete, Weekend e della serie Looking della HBO, di cui ha diretto il pilota nel 2014.

I protagonisti di 45 anni sono invece un’anziana coppia borghese, Geoff e Kate Mercer, in procinto di festeggiare il loro anniversario di matrimonio.

Vivono in una casa in campagna: i festeggiamenti per i 40 anni di matrimonio erano saltati per un improvviso intervento di bypass di Geoff.

Ora però tutto è pronto, la sala, gli amici, le canzoni…

Una mattina però il postino recapita a Geoff una comunicazione delle autorità svizzere che lo avvisano di aver ritrovato il corpo sepolto dal ghiaccio della sua prima compagna, Katya, dispersa durante una scalata 50 anni prima.

La notizia sconvolgente finisce per travolgere la consolidata routine della coppia: l’ossessione di quell’amore e della sua tragica fine, sembrano assalire Geoff.

Kate scopre una realtà che non aveva mai immaginato.

Il film di Haigh poggia interamente sulle spalle dei due protagonisti, Tom Courtenay, l’indimenticato protagonista di Gioventù, amore e rabbia e Charlotte Rampling.

A Berlino hanno giustamente conquistato il premio per i migliori attori: in effetti è difficile immaginare 45 years senza di loro.

Anziano, scorbutico e silenzioso lui, smarrita e piena di amarezza lei. Il film indaga le loro reazioni e li mette di fronte alle possibilità di una vita che non hanno vissuto.

Per Geoff è il ricatto dei ricordi e del primo amore che si fa sempre più stringente e necessario.

Per Kate invece sono gli ultimi 45 anni assieme all’uomo che pensava di conoscere, che assumono un significato del tutto nuovo.

Nella sua apparente linearità, il film di Haigh spalanca un abisso sotto ai suoi personaggi, mettendo in discussione tutte le ipocrisie della convivenza e i fantasmi della memoria, solo apparentemente rimossi.

Le consuetudini di una vita si sgretolano a poco a poco e l’ombra del fallimento avvolge i personaggi: 45 anni assieme sembrano svanire improvvisamente in una mattina uggiosa.

Il film però è sin troppo composto e borghese, lasciando alla recitazione trattenuta e minimalista dei suoi attori i segni più evidenti del tracollo: una mano ritratto di scatto, uno sguardo non ricambiato, gli occhi che si gonfiano di lacrime.

Non ci sono scene madri naturalmente e il melò scorre sottotraccia, anche grazie alla divina Rampling, capace di evocare nei suoi occhi malinconici, tutta la disillusione e il tradimento, tutta la precarietà di un sentimento che si scopre fragile e misterioso.

45-Anni-3

Annunci

Un pensiero riguardo “45 anni”

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.