Cannes 2015. El abrazo de la serpiente

El Abrazo

El abrazo de la serpiente ***1/2

Piccolo gioiello scoperto dalla Quinzaine, il terzo film del colombiano Ciro Guerra è un racconto magico, che segue in parallelo due spedizioni nell’Amazzonia nord occidentale, una nel 1909 e la seconda nel 1940, entrambe guidate da Karamakate, un potente sciamano, ultimo sopravvissuto del suo popolo, che vive nella giungla più profonda, in isolamento volontario.

Il film si ispira ai diari dei primi esploratori dell’Amazzonia colombiana: l’etnologo tedesco Theodor Koch-Grunberg e il botanico americano Richard Evans Schultes.

Quando Theodor conosce Karamakate è in fin di vita, spossato da una malattia misteriosa, che solo lo sciamano può curare. Lo studioso tedesco ha passato molti anni nella foresta, familiarizzando con le popolazioni locali e raccogliendo le sue esperienze in diari di viaggio preziosissimi, che porta sempre con sè. Viaggia su una canoa, assieme ad un indigeno, salvato dalle piantagioni di gomma.

Karamakate gli soffiana nel naso una polvere misteriosa, prolungando la sua agonia, ma l’unica pianta che può salvare Theodor è la yakruna: lo sciamano, con una certa riluttanza, accetta di unirsi agli altri due, in cerca della pianta rara.

Trent’anni dopo il botanico americano Evans segue le tracce di Theodor e, in cerca della stessa pianta, si imbatte in Karamakate, che sembra tuttavia aver perso la memoria del suo passato, delle sue tradizioni e dello spirito della sua gente: è diventato un chullachaqui, un’anima vuota.

Le intenzioni di Evans restano nell’ombra e lo sciamano accetta di aiutarlo solo quando l’americano dichiara di essere un uomo di scienza, devoto allo studio delle piante.

La verità è però molto diversa…

Le due spedizioni alla ricerca della pianta magica, assumono così parallelamente la forza del viaggio d’iniziazione e della ricerca di sè, oltre che della scoperta di una cultura lontana e perduta.

In un limpido bianco e nero, di maestosa potenza visiva, Guerra immerge i suoi personaggi in un’atmosfera sospesa, che ricorda l’eroismo della volontà e la brama di potere di Aguirre, quanto l’incubo della civiltà di Apocalypse now.

Le due spedizioni finiranno per imbattersi in una missione cattolica spagnola: a distanza di trent’anni le cose sono molto diverse. La rigida educazione religiosa di inizio secolo ha lasciato il posto all’isteria collettiva di una setta, nella quale un fantomatico Messia decide sulla vita e la morte, con la stessa ieratica crudeltà di Kurtz.

Ciro Guerra riesce nell’impresa di raccontare le allucinazioni e le connessioni spirituali tra i suoi personaggi con una credibilità e una forza narrativa, che travolge qualsiasi semplificazione e fa piazza pulita dell’immaginario lisergico e new age.

Il regista racconta i signori della gomma, l’irrompere dell’esercito colombiano, lo sfruttamento delle risorse naturali senza mai fare la voce grossa. Il suo è un film che si mantiene meravigliosamente in equilibrio tra sogno e realtà, che cerca di raccontare l’incontro e lo scontro tra civiltà lontane e ancestrali, senza mai ricorrere a scorciatoie drammatiche.

Avvolto da un’aura magica e misteriosa, immerso nello spirito avventuroso di un’odissea, rispettoso della cultura e della tradizione indigena, El abrazo de la serpiente è un piccolo capolavoro, che fa tesoro degli archetipi del grande cinema del passato, ma che è capace di rinnovarli, anche grazie ad una rara sensibilità antropologico-etnografica e ad un rispetto per la cultura e la vita, capace di ribaltare ogni pregiudizio colonialista.

Imperdibile.

the-new-film-embrace-of-the-serpent-conjures-a-forgotten-indigenous-vision-of-the-amazon-1452186262-crop_mobile

 

Advertisements

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: