Venezia 2014. Le dernier coup de marteau

le dernier coup 3

Le dernier coup de marteau **1/2

L’ultimo colpo di martello, metafora dell’intervento del destino, è quello che Mahler tolse alla sua sesta sinfonia, dopo aver dubito la perdita della moglie e del figlio poco tempo dopo averla composta.

Ma il prootagonista del film della Delaporte non è Mahler, ma un ragazzino di 13 anni, Victor, appassionato di calcio, che vive con la madre in un trailer park vicino a Montpellier. Il padre non l’ha mai riconosciuto. E’ un direttore d’orchestra, Samuel Rovinski.

Quando quest’ultimo torna a Montpellier per allestire proprio la sesta di Mahler, Victor si trova davanti ai colpi di martello del suo destino.

Seguire la madre che vuole tornare dai genitori? Seguire le giovanili del Montpellier, dove spera di giocare? Seguire il padre, che non sembra ostile ad un ricongiungimento?

Il giovane protagonista, Romain Paul è combattuto tra l’amore e la fedeltà alla madre ed all’ambiente in cui è vissuto e quello per un mondo nuovo che improvvisamente gli si apre davanti.

Tutti vogliono qualcosa da lui: la madre, la sua vicina Luna – di cui è innamorato – l’allenatore della sua squadra.

Chi non chiede nulla ma è disposto a tornare ad essere un padre, dopo troppi anni di assenza è Samuel Rovinski. Il protagonista cerca di mantenere un equilibrio faticoso, che neppure il finale aperto riesce a risolvere.

La Delaporte costruisce un ritratto d’adolescente molto realistico, senza tragedie e senza colpi di scena, all’insegna di un minimalismo invidiabile.

Il suo Le dernier coup de marteau avrebbe però meglio figurato ad Orizzonti. La promozione in concorso, così come per Sivas, ci è apparsa francamente prematura.

Annunci

Un pensiero riguardo “Venezia 2014. Le dernier coup de marteau”

  1. Un buonissimo film fatto di emozioni. Più soleggiato e caloroso di “Angele e Tony”, è un’opera nella quale tutto sta al posto giusto nel momento giusto. La Delaporte sa creare immagini semplici ma di forte impatto.

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.