Cannes 2013. Anticipazioni ad una settimana dalla conferenza stampa

AFF_CANNES_22X30.indd

Manca pochissimo. Il 18 aprile Thierry Fremaux e Gilles Jacob terranno a Parigi la conferenza stampa di presentazione del 66° Festival di Cannes.

Le indiscrezioni si fanno sempre più forti: chi affiancherà Il grande Gatsby di Luhrmann, scelto per aprire la kermesse?

Quasi sicuri di calcare il red carpet della Croisette sono Nicolas Winding Refn con il suo estremo Only God Forgives, il nostro Paolo Sorrentino con La grande bellezza, i fratelli Coen con Inside Llewyn Davies e l’iraniano Asghar Farhadi con Le passè.

Tra i più accreditati anche Like Father, Like Son del giapponese Hirokazu Kore-Eda, The Congress dell’israeliano Ari Folman e Diary of a Young Boy del taiwanese Tsai Ming-Liang.

Più difficile che sbarchino nel sud della Francia il nuovo film di Steve McQueen, Twelve Years a Slave con Pitt e Fassbender e Lowlife di James Gray: il primo forse non è finito, il secondo potrebbe essere a Venezia.

Tra gli americani potrebbero avere una chance, tra concorso e Un certain Regard anche The Bling Ring di Sofia Coppola e Nebraska di Alexander Payne, Only Lovers Left Alive di Jim Jarmusch ed il film doppio The Disappearance of Eleanor Rigby (His/Hers) dell’americano Ned Benson con Jessica Chastain.

E se Terrence Malick, che a detta di Ryan Gosling sta montando cinque film contemporaneamente, ne presentasse uno proprio sulla Croisette, dopo la Palma d’oro al suo epocale The tree of life?

Dopo tre partecipazioni di fila, questa volta dovrebbe mancare il canadese Xavier Dolan: il suo Tom à la ferme non è pronto.

Ma altri due canadesi potrebbero trovare spazio: Atom Egoyan con Devil’s Knot e Denis Villeneuve con An Enemy.

La selezione francese sarà come sempre molto ricca, soprattutto di co-produzioni: i più accreditati sono Jimmy Picard di Arnaud Desplechin e Le bleu est une couleur chaude di Abdellatif Kechiche.

Ma potrebbero esserci anche Venus in Furs di Roman Polanski, Les salauds di Claire Denis e Blood Ties di Guillaume Canet, scritto da James Gray e prodotto negli Stati Uniti.

Ma i titoli sono moltissimi: il cinema rumeno, tra i più interessanti d’europa potrebbe proporre Nine Minutes Interval del rumeno Corneliu Porumboiu (A Est di Bucarest, Police Adjective), mentre l’Austria sarebbe rappresentata da Oktober November dell’austriaco Götz Spielmann (Revanche).

Anche The Zero Theorem di Terry Gilliam sembrerebbe pronto.

Oltre a Paolo Sorrentino potrebbero trovare posto nelle sezioni collaterali anche Un château en Italie di Valeria Bruni-Tedeschi, Salvo del duo Fabio Grassadonia – Antonio Piazza, Palermo,Via Castellana Bandiera di Emma Dante e Miele di Valeria Golino.

Fuori concorso potrebbero arrivare Behind The Candelabra di Steven Soderbergh, Transperceneige (Snowpiercer) prima trasferta americana per il coreano Bong Joon-ho, Star Trek into Darkness di J.J. Abrams,World War Z di Marc Forster e Kaze Tachinu di Hayao Miyazaki.

Pronti ma meno probabili anche il nuovo horror del filippino Brillante Mendoza – già premio per la regia 4 anni fa – Sapi,  White Bird in a Blizzard di Gregg Araki, A Most Wanted Man di Anton Corbijn, Wakolda dell’argentina Lucia Puenzo.

Tre documentari potrebbero invece trovare spazio fuori concorso: Shade & Light di Wim Wenders e Juliano Ribeiro Salgado, We Come As Friends dell’austriaco Hubert Sauper e Le dernier des injustes di Claude Lanzmann.

Chi succederà a Michael Haneke, vincitore con Amour, nel 2012? La caccia è aperta…

Director Haneke reacts after receiving the Palme d'Or award for the film Amour during the awards ceremony of the 65th Cannes Film Festival

Grazie a Cineuropa, Cineblog, The Hollywood Reporter e Indiewire, per le news.

Annunci

Un pensiero riguardo “Cannes 2013. Anticipazioni ad una settimana dalla conferenza stampa”

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.