Jackson come Lucas. Lo Hobbit diventa una trilogia?

La notizia è questa: Peter Jackson ha girato tantissimo materiale per i suoi due film su Lo Hobbit, in uscita il prossimo Natale e quello del 2013. Sta quindi pensando di girare ancora un po’ nel 2013 e di comporre una nuova trilogia, al posto degli originari due episodi.

È molto prematuro. Intendo dire che abbiamo un incredibile materiale sorgente con le appendici perché ‘Lo Hobbit’ è ovviamente un romanzo ma abbiamo anche i diritti per usare 125 pagine di note aggiuntive dove Tolkien espande il mondo de ‘Lo Hobbit’ pubblicate alla fine de ‘Il Ritorno del Re’. Ne abbiamo usate alcune fino a ora e proprio nelle ultime settimane, dopo aver finito di girare abbiamo iniziato a pensare alla forma della storia, Fran [Walsh, ndR] e io abbiamo parlato allo studio su altre cose che non siamo stati in grado di girare per vedere di convincerli a concedere qualche altra settimana di riprese, probabilmente più di qualcuna in realtà, l’anno prossimo. Ma la discussione su che forma potrà avere tutto ciò è ancora prematura. Non c’è quindi nulla di reale da riportare ma ci sono parti di storia che vorremmo raccontare e non siamo stati ancora in grado di farlo.

Abbiamo usato più materiale rispetto a ‘Lo Hobbit’. Per esempio quando Gandalf scompare misteriosamente per alcuni capitoli, non è mai stato detto dove andasse. Più tardi Tolkien ha fornito questi dettagli. In queste appendici ha parlato di cosa è successo. Ed era tutto più cupo e serio rispetto al modo in cui era scritto ne ‘Lo Hobbit’. Inoltre, per essere onesto voglio fare una serie di film che stia tutta insieme e che permetta a qualche pazzo lunatico di vederli tutti insieme con una consistenza.

Vi prego, fermatelo!

Già l’adattamento de Il signore degli anelli nella versione extra large del cinema e poi in quella monstre del dvd era terribilmente magniloquente e ridondante.

Trasformare la semplice fiaba per bambini in un’altra saga infinita, in 3D a 48 fotogrammi al secondo, sembra il solito modo hollywoodiano per lucrare qualche dollaro in più agli sprovveduti fans, che pendono dalle labbra del “maestro jackson” o al massimo un’altra manifestazione della solita incontinenza del regista, restio a tagliare alcunchè dell’enorme girato: in un caso o nell’altro una presa per i fondelli.

Leggete cosa scriveva il figlio del primo editore di Lo Hobbit, Rayner Unwin, nel 1937.

Bilbo Baggins era un Hobbit che viveva in una caverna Hobbit e non aveva mai avventure, un giorno lo stregone Gandalf lo persuade a partire. Ha delle eccitanti avventure con orchi e mannari. Alla fine arrivano alla Montagna Solitaria; Smaug, il drago che vi abita è ucciso e dopo una terrificante battaglia ritorna a casa – ricco!! Questo libro con l’aiuto di mappe, non richiede nessuna illustrazione è buono e può interessare bambini dai 5 ai 9 anni.

Rayner Unwin aveva 10 anni ed era riuscito a sintetizzare in pochissime righe la storia di Tolkien. A Jackson non basteranno forse due film di due ore e mezza…

Ormai il neozelandese è sempre più simile a Lucas: una sola buona idea, stressata fino a farla diventare un esile filo conduttore per ore di inutile supplizio cinematografico.

Sulla stessa linea anche Roger Ebert, il decano dei critici americani. Leggete il suo articolo, in cui se la prende con questi presunti innovatori, Jackson e Cameron, molto più interessati agli aspetti tecnici dei loro film che non alla solidità delle storie che raccontano, in una competizione all’ultima diavoleria, in cui a pagare è sempre lo spettatore.

______________________________________

P.S. Lo so, i fan del regista (di) Modesto e quelli della trilogia dell’anello magari si risentiranno. Non ci posso fare nulla. Non amo il politically correct e, men che meno, l’ipocrisia buonista. I nuovi Star Wars sono stopposi ed evanescenti come il pop corn ed Il Signore degli Anelli poteva durare tranquillamente tre ore di meno, con un vero adattamento. Sono l’unico a pensarla così?

Aggiornamento 25.7.2012

Forse no… a giudicare dall’appello lanciato da The Playlist di Indiewire proprio oggi.

Leggete qui.

 

Annunci

Un pensiero riguardo “Jackson come Lucas. Lo Hobbit diventa una trilogia?”

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.