Mereghetti su Piccole bugie tra amici

Paolo Mereghetti si occupa questa settimana di Piccole bugie tra amici, il film di Guillame Canet, uscito in Francia due anni fa ed arrivato solo ora in Italia, sulla scorta del successo di Quasi amici e di The Artist, i cui due protagonisti recitano anche in questo film, accanto a Marion Cotillard.

L’hanno paragonato al Grande freddo e lo stesso regista Guillaume Canet ci ha messo del suo, citando sempre il film di Kasdan tra i suoi ispiratori, ma i trent’anni che separano il film americano da queste Piccole bugie tra amici (in originale Les petits mouchoirs) hanno finito per pesare anche sul senso generale dell’operazione: quel film, pur giocando molto sui toni della nostalgia, finiva per raccontare soprattutto una specie di passaggio epocale, e perciò «politico», tra l’impegno dei Sessanta e il disimpegno degli Ottanta. A suo modo era un film «impegnato» o meglio: un film centrato sul disimpegno dall’impegno. Quello di Canet è un film totalmente e completamente «privato», che non ricorda né rimpiange niente e che deve il suo successo (in Francia, dove è uscito un anno e mezzo fa, ha superato i 6 milioni di spettatori) al quadro tutto sommato rassicurante con cui ha raccontato le debolezze umane di un gruppo di amici. […]

Ognuno nasconde un piccolo segreto – chi si scopre pulsioni omosessuali, chi uno stato di gravidanza, chi solo l’incapacità ad accettare le contrarietà della vita, chi prende coscienza della propria aridità sentimentale – permettendo alla sceneggiatura dello stesso Canet di passare con leggerezza dalla commedia al dramma, dalla risata alla lacrima. […]

Queste Piccole bugie cancellano però ogni possibile confronto e giocano tutta la loro forza attrattiva sul presente. E su quello che sembra essere la grande «malattia» dell’oggi: l’incapacità di accettare i propri sentimenti o di confessare sinceramente quello che si prova. C’è sempre un ostacolo, un impedimento, un imbarazzo a dire la verità. […]

Per questo, alla fine, dopo due ore e mezzo di film che scivolano via abbastanza bene, ti sembra di aver assistito a un grande tentativo di esorcizzare la vita quotidiana, di elaborare un dolore che non è mai davvero lacerante o drammatico.

Annunci

4 pensieri riguardo “Mereghetti su Piccole bugie tra amici”

  1. L’ho trovato noioso, inutilmente lungo (2 ore e mezzo).
    Insulso, auticelebrativo, una cartolina di questa francia sulla costa atlantica nei pressi di bourdeaux frequentata da questi noiosi fighetti su Audi Q7.
    Ho trovato davvero poco interessanti le vicende di questi insulsi personaggi parigini.
    Le problematiche poste sul piatto sono diverse: l’ anaffettività di uno dei personaggi, la pulsione omosessuale di un’ altro, la gravidanza, ma ho trovato davvero superficiale il modo di descrivere ed affrontare tali problematiche. Diciamo che le smorfiette e le moine con pretese di comicità dei protagonisti aggiungono davvero poco di originale o interessante al mondo del Cinema.
    E poi, questo film, è davvero insopportabilmente lungo e ridondante…
    ..insomma, se non si fosse capito, questo film non miè piaciuto e se potessi non tornerei a vederlo

    Cordiali saluti

    Roberto Pratellesi

    1. Non sono d’accordo nemmeno con una parola.Tieniti pure Muccino e le “smorfiette” di casa nostra.Preferisco di gran lunga questo film sempre vero,spietato e mai sopra le righe.

      1. Ciao Cristina,
        hai tutto il diritto di non essere d’ accordo con me, ma cosa c’ entra Muccino????
        Io non ne ho mai parlato e mi sono limitato a commentare questo filmetto francese che non ho paragonato ad altri film e sul quale, tra l’ altro, vorrei evitare di spendere altre parole ed energie.

        Saluti

        R. Pratellesi

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.