Romanzo di una strage. Il primo trailer

La strategia della tensione.

Così fu chiamato, negli anni ’70, il tentativo, in gran parte riuscito, di influenzare la storia del Paese e le sue scelte politiche, attraverso una serie di attentati, attribuiti di volta in volta a gruppi terroristici neri e rossi, che fossero in grado di destabilizzare i sentimenti dell’opinione pubblica e la solidità dei governi democraticamente eletti.

Di fronte alla minaccia della violenza, che annegava nel sangue le istanze di rinnovamento emerse nel corso di tutti gli anni ’60, il Paese affrontava quella che fu poi chiamata la Notte della Repubblica.

Le responsabilità materiali e quelle dei mandanti, le collusioni, le coperture ad altissimo livello sono rimaste quasi sempre nell’ombra. I processi degli ultimi quarant’anni non sono mai riusciti a chiarire sino in fondo la complessità dei rapporti e delle scelte.

Il film di Marco Tullio Giordana racconta l’atto iniziale, quello da cui tutto è cominciato: l’eccidio di Piazza Fontana, l’ordigno esploso alla Banca Nazionale dell’Agricoltura il 12 dicembre 1969.

Scritto assieme a Rulli e Petraglia, il film è prodotto da Riccardo Tozzi per Cattleya e Rai Cinema.

La bomba fu attribuita inizialmente ai gruppi anarchici milanesi, ma finì invece per rivelarsi di matrice neofascista.

L’anarchico Giuseppe Pinelli (Pierfrancesco Favino) fu il primo accusato della strage e precipitò dal quarto piano della questura di Milano in circostanze mai veramente chiarite. Del suo “malore attivo” fu ritenuto responsabile il commissario Luigi Calabresi (Valerio Mastandrea) almeno da un punto di vista morale.

Calabresi proseguì per proprio conto le indagini sulla bomba di piazza Fontana finché non venne assassinato nel 1972: per il suo omicidio sono stati accusati e poi condannati tre uomini di Lotta Continua Sofri, Bompressi e Pietrostefani, incastrati dalle confessioni del pentito Leonardo Marino.

Anche su questa condanna pesano mezze verità e segreti ancora da svelare.

Nel cast di Romanzo di una strage, assieme a Valerio Mastandrea, Pierfrancesco Favino ci saranno anche Michela Cescon (Licia Pinelli), Laura Chiatti (Gemma Calabresi), Fabrizio Gifuni (Aldo Moro), Omero Antonutti (Giuseppe Saragat), Luigi Lo Cascio (il giudice Paolillo, il primo magistrato a occuparsi della strage), Giorgio Colangeli (Federico Umberto D’Amato), Giorgio Tirabassi (il Professore), Stefano Scandaletti (Pietro Valpreda), Denis Fasolo (Giovanni Ventura), Giorgio Marchesi (Franco Freda), Thomas Trabacchi (il giornalista Marco Nozza).

Questo è il primo trailer:

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.