All good things. Il trailer

Debutta nel cinema narrativo Andrew Jarecki, il regista dello spaventoso Capturing the Friedmans.

Esce a dicembre All good things, interpretato da Kirsten Dunst, Ryan Gosling, Frank Langella e Philip Baker Hall.

E’ ancora una volta il grumo oscuro di una famiglia americana ad interessare Jarecki. E’ ancora una volta una storia vera, nella quale la verità fatica a farsi strada.

Nel 1982 Robert Durst, erede di una ricca famiglia, fu inserito fra i maggiori sospettati durante le indagini sul presunto omicidio della moglie, scomparsa senza lasciare alcuna traccia. “È impossibile sapere cosa sia successo davvero“, ha detto il regista, “quindi non abbiamo voluto replicare la storia del caso, ma catturare le emozioni e la complessità di questo mistero irrisolto che per anni è stato tenuto nascosto alla pubblica opinione. Abbiamo realizzato una storia drammatica che parla d’amore, famiglia e ossessione.

Siamo a New York, negli anni 80. Katie e David, rampollo di una grande dinastia di immobiliari, si innamorano perdutamente e si sposano. La loro vita di coppia sembra assolutamente perfetta fino a quando David comincia a dare segni di cambiamento. Poco tempo dopo Katie scompare misteriosamente e di lei non c’è traccia. Qualche anno dopo, un detective ed un giornalista decidono di riaprire il caso. David viene indicato come sospettato numero uno e poco a poco iniziano a venire a galla i segreti dell’impero immobiliare di famiglia…

Questo è il trailer:

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.