L’amico del cuore

L’amico del cuore **1/2

Il secondo film di Gabriela Cowperthwaite ha avuto una vita piuttosto complicata: dopo il debutto a Toronto a settembre 2019 e prime recensioni piuttosto modeste, Roadside Attractions e Gravitas Ventures acquistano i diritti di distribuzione americana dai produttori, ma il film rimane a lungo nel limbo dei progetti bloccati dal Covid.

Esce infine a gennaio 2021 nelle poche sale americane aperte e poi viene ceduto ad Amazon per la distribuzione mondiale.

Tratto dall’articolo pubblicato su Esquire The Friend: Love is Not a Big Enough Word del giornalista Matthew Teague, il film racconta la morte della moglie Nicole per un tumore ad appena trentasei anni.

Il film non vuole mettere in scena semplicemente il lento crepuscolo di una vita, ma, cominciando dalla sera in cui Matt e Nicole annunciano alle figlie che non ci sono più speranze di cura, si riavvolge su se stesso e si muove avanti e indietro nel tempo, raccontando non solo la storia dei due protagonisti, ma anche quella di Dane, l’amico del cuore appunto, che starà accanto a loro per molti mesi, aiutandoli nel loro momento più difficile.

I Teague vivono a Fairhope, Alabama, ma si erano conosciuti a New Orleans, tredici anni prima: Nicole recita in teatro, Dane è il tecnico delle luci, Matt cerca di farsi notare in un modesto giornale locale.

Tra di loro si crea un legame fortissimo, solidale e paritario: la carriera di Matt lo porta a viaggiare all’estero con lunghi periodi d’assenza da casa, mentre a Nicole tocca occuparsi anche delle due figlie. La vita di Dane è più accidentata, fatta di lavori saltuari, fidanzate insoddisfatte, viaggi in solitaria, alla ricerca di sè: poche sicurezze, oltre all’amicizia con gli altri due.

Sarà accanto a Matt, quando se ne va di casa, scoperto il tradimento di Nicole e poi si trasferirà da loro, quando a lei viene diagnosticato un tumore.

Scritto da Brad Inglesby (Il fuoco della vendetta, Run All Night, The Way Back) e prodotto tra gli altri da Ridley Scott, il film sembra tagliato su misura per il volto scavato e l’espressione sofferta di Casey Affleck, alle prese con l’ennesimo personaggio mesto, doloroso, costretto a confrontarsi con la malattia e la morte.

La sua interpretazione è sin troppo perfetta, ma ormai simile alle molte che l’hanno preceduta.

Altrettanto risaputo il ruolo di Dakota Johnson, che oltre a dover sopportare lo strazio della malattia viene caricata pure del senso di colpa di una breve relazione extraconiugale, da una sceneggiatura che cerca di mescolare le carte frammentando la linea temporale e passando da un personaggio all’altro, per segnare piccoli momenti su una sorta di diario intimo.

Più convincente e inconsueto il ruolo dell’amico, Jason Segel, che avevamo lasciato come David Foster Wallace in The End of the Tour e ritroviamo qui in un altro ruolo adulto, lontano dalle commedi di Apatow, che gli hanno regalato notorietà.

La sua fisicità imponente e bonaria sembravano perfette per questo ruolo inconsueto di amico generoso, disinteressato, leale. Non è un caso che l’articolo di Teague sulla morte della moglie sia alla fine dedicato a lui.

La Cowperthwaite dirige con mano sicura ed evita scene madri e lacrime troppo insistite, aiutata anche da una struttura a puzzle, che disarticola gli eventi evitando una progressione drammatica troppo enfatica. Il racconto della malattia è invece piuttosto edulcorato, tradendo purtroppo la durezza del pezzo originale.

Siamo, in ogni caso, all’interno del più classico minimalismo indie, ancorato ad una storia vera, già mediata dalla scrittura di un giornalista.

In fondo, quello che resta, è soprattutto la celebrazione dell’amicizia di Dane, del suo sacrificio disarmante, per aiutare i Teague in un periodo impossibile da sopportare.

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.