Annunci

Cannes 2016. American honey

AmericanHoney_Arnold_800

American honey *

Star (Sasha Lane), a teenage girl from a troubled home, runs away with a traveling sales crew who drive across the American Midwest selling magazine subscriptions door to door. Finding her feet in this gang of teenagers, one of whom is Jake (Shia LaBeouf), she soon gets into the group’s lifestyle of hard-partying nights, law-bending days, and young love.

A distanza di cinque anni dall’ultimo Wuthering Heights, presentato a Venezia e rimasto inedito in Italia, Andrea Arnold torna in concorso a Cannes con una ricognizione nell’america profonda, al seguito di un banda di white trash, disadattati e subumani, che viaggiano tutti assieme, cercando di guadagnarsi la giornata vendendo improbabili abbonamenti a riviste, al soldo della spietata Kristal e sotto la guida di Jake, il miglior venditore e il trainer delle nuove reclute.

L’ultima preda, sedotta dal fascino di Jake e convinta ad aggregarsi al gruppo di spinatati, e’ la giovanissima Star, che molla il fidanzato, la sorella e due bambini piccoli, per l’avventura on the road. L’aspetta il Kansas e un lavoro inutile, per cui non serve alcuna preparazione.

Quello che succede nelle successive due ore e mezza e’ il nulla piu’ assoluto, con continue schermaglie amorose tra Star e Jack, con il tentativo vano del secondo di insegnare alla protagonista come piazzare le sottoscrizioni, con i sempre piu’ frequenti richiami di Kristal e con un paio di incontri sulla strada, il primo con un guppo di cowboys, il secondo con un gruppo di ingegneri che lavorano nel petrolio.

Come una sorta di Alice nel paese della desolazione e della miseria piu’ assoluta, Star riesce a cavarsela sempre, senza grandi traumi, ma anche senza imprare davvero nulla.

Se American Honey voleva essere un racconto di formazione, l’inento e’ fallito completamente, se invece voleva essere una ricognizione di viaggio, su un microcosmo underground, anche in questo caso l’intento e’ fallito, perche’ la Arndold non riesce mai a rendere davvero interessante il mondo che descrive.

Il film procede quindi secondo un pattern che si ripete sempre uguale, nel quale la musica hip hop, la dance e i classici, si alternano senza alcuna ragione, se non quella di rendere ancor piu’ estenuante il viaggio di Star e anche il nostro di spettatori.

Il vuoto pneumatico di una generazione perduta incapace di sognare, diventa quello del film stesso, perennemente bloccato, immobile, incapace di raccontare alcunche’.

Qualcuno ha parlato di inno alla gioventu’. Speriamo che non sia cosi’, perche’ questa gioventu’ non sembra avere non solo nulla da raccontare di se’, ma anche nessuna capacita’ di ascoltare o di mettere in discussione il modello economico che li costringe ad una vita da schiavi inconsapevoli, annichiliti dall’ultimo singolo di Rihanna.

La Arnold riempie il film di immagini bellissime, primi piani e particolari camera a mano, controluce, notazioni a pie’ pagina impeccabili, di un film che non c’e’ mai, che rimane sempre in superfice, che non e’ capace di comunicare nulla, in cui non c’e’ un solo personaggio, positivo o negativo, di cui possa importare qualcosa.

Lo sguardo della regista e’ sempre estatico e mai profondo: sembra procedere per accumulo, forse ispirata dalle divagazioni alla Malick, ma inciampa fragorosamente in un film dalle ambizioni e dalla ricercatezza formale spropositate e del tutto inadatte a raccontare la vita borderline dei suoi personaggi.

E all’ennesima mirabile e patinatissima inquadratura di Robbie Ryan sul viso, sui capelli, sugli occhi della debuttante Sasha Lane, vien voglia di abbandonare la sala: troppo talento sprecato per non arrabbiarsi davvero.

La Arnold si trovi uno sceneggiatore e ritenti: per questa volta e’ rimandata a settembre…

 American Honey 2

Annunci

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: