Paul Thomas Anderson scrive Pinocchio per la Warner…

ISA PTAnderson Winner

Paul Thomas Anderson probabilmente si è arreso. Dopo le difficoltà crescenti nel mettere in piedi il budget sempre più striminzito dei suoi film ed i risultati modesti al box office dei suoi ultimi capolavori, The Master e Vizio di forma, il regista ha accettato di ri-scrivere per la Warner Bros l’adattamento del romanzo di Carlo Collodi, Pinocchio.

Non solo, ma lo sta scrivendo perchè Robert Downey Jr. possa interpretarlo, nella parte di Geppetto!

Ce lo vedete Downey Jr, con le sue scarpe con le zeppe ed il suo sarcasmo alla Iron Man nei panni del povero falegname?

Questa è la sua idea per il film: “I was just thinking about Geppetto as a cross between Jake LaMotta and Chico Marx. It’s such a vital story, but it’s really about this working-class weirdo who invests this inanimate object with all of the qualities he doesn’t have. I’m just crazy about the idea…. To me, a wooden boy is a real boy who doesn’t feel like he’s acknowledged“.

Dopo Cenerentola, Maleficent, un paio di Biancaneve, i prossimi Il Libro della Giungla, e persino un Dumbo diretto da Burton, nessuno davvero sentiva il bisogno di un nuovo adattamento della favola, capace di stroncare la carriera cinematografia di Roberto Benigni.

Inutile girarci attorno, Pinocchio è una storia pedante, risaputa, di sentimentalismo appiccicoso e sostanzialmente intraducibile sullo schermo.

La prima stesura è stata firmata da Michael Mitnick. Anderson è stato assunto solo per una riscrittura. Per ora…

Quanto alla scelta di Robert Downey Jr come Geppetto è francamente tutta da ridere, soprattutto considerando il fatto che l’attore, che fu Charlot, ha smesso di recitare da una decina d’anni, limitandosi a rifare Tony Stark ad libitum ed a ritirare assegni a milionari ogni sei mesi.

Speriamo vivamente che si tratti solo di un lavoro su commissione, limitato ad una riscrittura della sceneggiatura e che non impieghi il talento prezioso di Anderson in altro modo.

Se davvero ci si vuol piegare ai diktat di una major allora è meglio seguire il pattern di Sam Raimi o Chris Nolan o quello di J.J.Abrams, mettendo mano a qualcosa che almeno funzioni al box office.

Il rischio di uscire con le ossa rotte da un nuovo inutile adattamento di Pinocchio è concreto e la scelta di Anderson appare priva di senso, da ogni punto di vista.

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.