Cannes 2013. Jimmy P.

Jimmy P Poster

Jimmy P. **

Dopo il lungo silenzio seguito allo splendido Racconto di Natale, Desplechin presenta in concorso sulla Croisette, Jimmy P., tratto dalle memorie dell’antropologo George Devereaux.

Chiamato a Topeka, nell’ospedale militare che cura i reduci della Seconda Guerra Modiale per un consulto, finisce per restarci a lungo, per sottoporre a terapia un indiano ferito nel conflitto, che soffre di una strana cecita’.

Devereaux e’ un antropologo ed un esperto di indiani d’america. E’ fuggito dall’europa prima della guerra e si e’ scelto un nome francese, pur essendo originario dell’est.

Amico del direttore dell’ospedale, ma dal dubbio curriculum medico, Devereaux sottoporra’ James Picard ad una lunga terapia, che comincia con il racconto dei suoi sogni e finisce per portare alla luce i traumi irrisolti della sua infanzia ed il suo rapporto contrastato con le donne della sua vita.

Pian piano le emicranie spariranno, cosi’ come le crisi panico e la cecita’ si trasformeranno in semplice miopia.

Il film e’ tutto giocato sui dialoghi tra i due, fedelmente riportati da Devereaux. Il rapporto umano tra i due non potrebbe essere piu’ felice. E’ un’altra talking cure quella a cui assistiamo.

Bravissimi Benicio Del Toro e Mathieu Amalric, ma il film si muove lungo binari assai prevedibili e nulla aggiunge a quanto di buono sapevamo di Desplechin, qui autore anche della sceneggiatura, per la prima volta in inglese.

Mancano le sue donne, le sue ossessioni amorose, la sua ronde sentimentale e il suo umorismo sottile e travolgente. Al loro posto la lunga ricognizione nell’animo perduto di un uomo, che finisce per riconoscere e fare i conti con i fantasmi della sua vita.

Un buon film, ma niente piu’.

Annunci

Un pensiero riguardo “Cannes 2013. Jimmy P.”

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.