Il maledetto United – The Damned United

Damned united

Il maledetto United -The Damned United ***

Brian Clough è stato uno dei più corrosivi, provocatori, formidabili manager del calcio inglese. Un incrocio di Mourinho e Sacchi, si potrebbe dire.

Interrotta bruscamente la sua carriera di calciatore, dopo un devastante infortunio, alle soglie della nazionale maggiore e con all’attivo lo strabiliante score di 251 gol in 274 partite (soprattutto nelle serie minori), Clough si dedica alla carriera di allenatore, asseme al fidato assistente Peter Taylor. Il debutto a soli 30 anni con l’Hartlepools in quarta divisione. Dopo un incoraggiante ottavo posto, i due vengono ingaggiati dal Derby County, una piccolissima squadra che fatica al fondo della seconda divisione: la porteranno subito a vincere il campionato.

Promossi in Premier League, gli epici scontri tra il Derby ed il Leeds United di Don Revie – la squadra del momento, a cavallo tra i ’60 e i ’70 – faranno storia.

Clough e Revie sono agli antipodi: riservato, scontroso, difensivista Revie,  pirotecnico, provocatorio, amante del bel gioco Clough.

Entrambi uomini del Nord, fatto di nebbia, fango, campi impraticabili e classe operaia.

Ma Clough è roso dall’ambizione, persino la rocambolesca vittoria della Premier League con il Derby, all’ultima giornata, non gli basta.

Vuole la Coppa dei Campioni e soprattutto vuole battere Revie ed il Leeds: ma il suo caratteraccio e la sua vanità lo porteranno sino al punto di perdere il suo braccio destro, Peter Taylor.

Persa anche la fiducia del suo presidente, il board del Derby County finirà per accettare le dimissioni dello staff tecnico, subito dopo l’eliminazione dalla semifinale di Coppa Campioni, ad opera della Juventus.

I destini di Clough e Revie sono destinati ad incrociarsi ancora una volta, perchè l’allenatore del Leeds è chiamato alla guida della nazionale, reduce dalla mancata qualificazione ai Mondiali del 1974.

Damned 5

La panchina della squadra più vincente e più scorretta d’Inghilterra è ora libera e la dirigenza pensa di affidarla proprio a Brian Clough, acerrimo avversario dello “stile Leeds”.

Senza il contrappunto tattico e la conoscenza dei giocatori di Peter Taylor – ed in balia di uno spogliatoio ostile – l’avventura di Clough a Leeds è destinata ad un fallimento annunciato.

Quella de Il maledetto United è una delle più belle storie sportive mai raccontate. E’ una cavalcata, a ritroso nel tempo, a partire da quei famosi 44 giorni di Clough a Leeds, fino alla stagione 1969.

Il calcio c’è, le immagini d’archivio si confondono con le ricostruzioni odierne, ma quello che conta sono gli uomini, il loro talento, la loro determinazione, la loro ambizione e la loro incoscienza.

Non c’è un briciolo della consueta retorica sportiva: ci sono solo sconfitte, umiliazioni, brevi momenti di felicità e la ricerca di nuovi traguardi.

In un mondo del calcio da sempre paludato e falsamente rispettoso, big mouth Clough è una bomba lanciata in uno stagno. Gli anni gloriosi del Derby sono ricostruiti con bellissima dedizione da Tom Hopper, già autore del pregevole John Adams televisivo.

Il team creativo è quello collaudato di The Queen e Frost/Nixon: la sceneggiatura tagliente di Peter Morgan, l’interpretazione ancora una volta mimetica di Michael Sheen, la produzione di Andy Harries.

Una menzione speciale meritano anche Timothy Spall e Jim Broadbent, cresciuti alla scuola di Mike Leigh, e Colm Meaney, nella parte di Don Revie.

Ancora una volta un romanzo di David Peace ha trovato una splendida trasposizione cinematografica: di certo sembra essere più fortunato del suo maestro Ellroy, le cui opere hanno avuto adattamenti assai diseguali.

Gli amanti del football e del buon cinema non possono perderlo. Uscirà in Italia il 22gennaio 2010.

Damned 1

2 pensieri riguardo “Il maledetto United – The Damned United”

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.