Wanted & Desired

Enormi polemiche internazionali e reazioni scomposte di ministri e portavoce sono seguite all’arresto di Roman Polanski, da parte della polizia elvetica.

Naturalmente si sono già create due fazioni precostituite: i colleghi innocentisti, che proteggono la dimensione artistica dell’uomo Polanski ed i colpevolisti, per cui lo stupro di una ragazzina rimane un reato da punire, anche trent’anni dopo.

Wanted & Desired

A tutti suggerisco la visione del documentario di Marina Zenovich Wanted & Desired, che ricostruisce minuziosamente il caso giudiziario, che spinse Polanski alla fuga dagli Stati Uniti: l’uomo che era sopravvissuto al ghetto di Varsavia e poi alla tragedia di Bel Air ed a Charles Manson, non ha trovato il coraggio di affrontare una corte di giustizia americana, dopo un atto di violenza del tutto insensato.

Questa forse rimane oggi, a trent’anni dai fatti, la sua colpa più grave .

Eppure le parole della vittima Samantha Geimer chiariscono il clima infuocato di quel momento e gli interessi poco limpidi della stessa corte.

In un articolo del 2003, per il Los Angeles Times scrisse:

I know there is a price to pay for running. But who wouldn’t think about running when facing a 50-year sentence from a judge who was clearly more interested in his own reputation than a fair judgment or even the well-being of the victim?

My attitude surprises many people. That’s because they didn’t go through it all; they don’t know everything that I know. People don’t understand that the judge went back on his word. They don’t know how unfairly we were all treated by the press. Talk about feeling violated! The media made that year a living hell, and I’ve been trying to put it behind me ever since.

In un momento confuso come questo, forse sarebbe opportuno darle ascolto.

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.