Venezia 2022. Tutti i film della Mostra!

Presentato questa mattina da Alberto Barbera il ricchissimo programma della 79ma Mostra del Cinema di Venezia, che comincerà il 31 agosto prossimo con White Noise di Noah Baumbach.

In concorso cinque film italiani: Gianni Amelio con Il signore delle formiche sul caso Braibanti con Lo Cascio e Germano, prodotto da Marco Bellocchio, Chiara di Susanna Nicchiarelli su Santa Chiara d’Assisi, Monica di Andrea Pallaoro con la transessuale Trace Lysette, L’immensità di Crialese con la Cruz, Bones and All di Guadagnino con Chalamet.

Ci sono poi il nuovo film di Aronofsky The Whale con Brendan Fraser, l’opera prima Saint Omer di Alice Diop, Blonde di Andrew Dominik con Ana De Armas, Tar di Todd Field con Cate Blanchett, Bardo di Inarritu, Athena di Romain Gavras, scritto da Ladj Ly su una rivolta popolare nella banlieu parigina, The Eternal Daughter di Johanna Hogg con Tilda Swinton un film di fantasmi, il nuovo film di Martin McDonagh The Banshees of Inisherin, Argentina 1985 di Santiago Mitre con Ricardo Darin, sul processo alla giunta militare argentina, Les Miens di Roschdy Zem, due film iraniani Beyond The Wall di Vahid Jalilvand e No Bears di Jafar Panahi, il documentario All the Beauty and the Bloodshed di Laura Poitras sulla fotografa Nan Goldin e la sua battaglia contro i Sackler e l’Oxycontin e il primo film di finzione Un couple di Frederick Wiseman, sul rapporto tra Tolstoj e la moglie, Les fnfants des autres di Rebecca Zlotowski con Virginie Efira e The Son di Florian Zeller con Hugh Jackman, Laura Dern, Vanessa Kirby, Anthony Hopkins

Fuori concorso arrivano la nuova terza stagione di The Kingdom di Lars Von Trier e la nuova miniserie di Nicolas Winding Refn, oltre al solito corposo numero di documentari, tra cui i nuovi lavori di Oliver Stone, Steve James, Gianfranco Rosi e Sergei Loznitsa.

Torna Lav Diaz, ci sarà il remake di Vivere di Kurosawa, firmato da Ishiguro con Olivier Hemanus. Ci sarà il nuovo western di Walter Hill, Dead for a Dollar con Christoph Walz, Willem Dafoe, Rachel Brosnahan. Ci sono il film postumo di Kim Ki Duk, Call of God, completato da un regista estone, Master Gardener di Paul Schrader, Siccità di Paolo Virzì, un film a episodi, Pearl di Ti West con Mia Goth, con un omaggio horror agli anni ’50 e Don’t Worry Darling di Olivia Wilde con Harry Stiles, Florence Pugh e Chris Pine.

Il film di chiusura sarà The Hanging Sun di Francesco Carrozzini con Alessandro Borghi, prodotto da Sky e Cattleya, tratto da un thriller di Jo Nesbo.

La sezione Orizzonti è aperta dal secondo film dell’italiano Robert De Paolis (Cuori puri) con Princess. Da segnalare anche il debutto alla regia di Diego Botto, con On the Fringe interpretato tra gli altri da Penelope Cruz e Luis Tosar, il nuovo film della Mitevska, The Happiest Man in the World. 

In Orizzonti Extra l’apertura è L’origine du mal con Laure Calamy,

CONCORSO

  1. White Noise, di Noah Baumbach – film d’apertura
  2. Il signore delle formiche, di Gianni Amelio
  3. The Whale, di Darren Aronofsky
  4. L’immensità, di Emanuele Crialese
  5. Saint Omer, di Alice Diop
  6. Blonde, di Andrew Dominik
  7. Tár, di Todd Field
  8. Love Life, di Koji Fukada
  9. Bardo, false chronicle of a handful of truths, di Alejandro G. Inarritu
  10. Athena, di Romain Gavras
  11. Bones and All, di Luca Guadagnino
  12. The Eternal Daughter, di Joanna Hogg
  13. Shab, Dakheli, Divar (Beyond the Wall), di Vahid Jalilvand
  14. The Banshees of Inisherin, di Martin McDonagh
  15. Argentina, 1985, di Santiago Mitre
  16. Chiara, di Susanna Nicchiarelli
  17. Monica, di Andrea Pallaoro
  18. Khers Nist (No Bears), di Jafar Panahi
  19. All the Beauty and the Bloodshed, di Laura Poitras
  20. Un Couple (A Couple), di Frederick Wiseman
  21. The Son, di Florian Zeller
  22. Les Miens (Our Ties), di Roschdy Zem
  23. Les Enfants des Autres (Other People’s Children), di Rebecca Zlotowski

FUORI CONCORSO

  1. The Hanging Sun, di Francesco Cozzini – Film di chiusura del Festival
  2. Kapag Wala Nang Mga Alon (When the Waves are Gone), di Lav Diaz
  3. Living, di Oliver Hermanus
  4. Dead for a Dollar, di Walter Hill
  5. Kone Taevast (Call of God), di Kim Ki-Duk
  6. Dreamin’ Wild, di Bill Pohlad
  7. Master Gardener, di Paul Schrader
  8. Siccità, di Paolo Virzì
  9. Pearl, di Ti West
  10. Don’t Worry Darling, di Olivia Wilde

FUORI CONCORSO – NON FICTION

  1. Freedom on Fire: Ukraine’s Fight for Freedom, di Evgeny Afineevsky
  2. The Matchmaker, di Benedetta Argentieri
  3. Gli ultimi giorni dell’umanità, di Enrico Ghezzi e Alessandro Gagliardo
  4. A Compassionate Spy, di Steve James
  5. Music for Black Pigeons, di Jorgen Leth e Andreas Koefoed
  6. The Kiev Trial, di Sergei Loznitsa
  7. In viaggio, di Gianfranco Rosi
  8. Bobi Wine Ghetto President, Christopher Sharp e Moses Bwayo
  9. Nuclear, di Oliver Stone

FUORI CONCORSO – SERIE TV

  1. Riget Exodus (The Kingdom Exodus) – episodi 1-5, di Lars von Trier (1 settembre)
  2. Copenhagen Cowboy – episodi 1-6, di Nicolas Winding Refn

FUORI CONCORSO – CORTI

  1. Camarera de Piso (Maid), di Lucrecia Martel
  2. Look at Me, di Sally Potter
  3. In quanto a noi, di Simone Massi
  4. A guerra finita, di Simone Massi

ORIZZONTI

  1. Princess, di Roberto De Paolis – Film d’apertura
  2. Obet’ (Victim), di Michal Blaško
  3. En Los Margenes (On the Fringe), di Juan Diego Botto
  4. Trenque Lauquen, di Laura Citarella
  5. Vera, di Tizza Covi e Rainer Frimmel
  6. Innocence, di Guy Davidi
  7. Blanquita, di Fernando Guzzoni
  8. Pour la France (For My Country), di Rachid Hami
  9. Aru Otoko (A Man), di Kei Ishikawa
  10. Chleb I Sol (Bread and Salt), di Damian Kocur
  11. Luxembourg, Luxembourg, di Antonio Lukich
  12. Ti mangio il cuore, di Pippo Mezzapesa
  13. Spre Nord (To The North), di Mihai Mincan
  14. Autobiography, di Makbul Mubarak
  15. The Syndacaliste (The Sitting Duck), di Jean-Paul Salomé
  16. Jang-E Jahani Sevom (World War III), di Houman Seyedi
  17. Najsrekniot Čovek Na Svetot (The Happiest Man in the World), di Teona Strugar Mitevska
  18. A Noiva (The Bride), di Sergio Trefaut

ORIZZONTI EXTRA

  1. L’origine du mal (Origin of Evil), di Sebastien Marnier – Film d’apertura
  2. Hanging Gardens, di Ahmed Yassin Al Daradji
  3. Amanda, di Carolina Cavalli
  4. Zapatos Rojos (Red Shoes), di Carlo Eichelmann Kaiser
  5. Nezouh, di Soudade Kaadan
  6. Notte Fantasma, di Fulvio Risuleo
  7. Bi Roya (Without Her), di Arian Vazirdaftari
  8. Valeria Mithatenet (Valeria is Getting Married), di Michal Vinik
  9. Goliath, di Adilkhan Yerzhanov

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.