Tenet incassa appena 20 milioni negli Stati Uniti: la Warner pensa al rinvio per WW84 e Dune…

Nolan ha insistito senza sentire ragioni e la Warner l’ha assecondato, rinviando due volte l’uscita di Tenet e poi programmandola tra fine agosto e inizio settembre laddove le sale erano aperte.

Il risultato è che il film ha incassato 20 milioni nel primo weekend americano, uscendo in 2.800 cinema. In Cina l’esordio è andato un po’ meglio con quasi 30 milioni.

Nel resto del mondo il film ha incassato 13 milioni in Inghilterra in due weekend, quasi 11 in Francia, 8,7 in Germania e 4,4 in Italia.

In totale siamo a 150 milioni complessivi. Che per un film costato solo di produzione, oltre 200 milioni è vicino ad un bagno di sangue.

A questo punto l’obiettivo è quello di raggiungere forse i 300 milioni, molto lentamente, un po’ come avveniva negli anni ’70, prolungando l’uscita nel tempo.

Solo che Tenet è talmente un film deludente e mal costruito che il passaparola non lo sta aiutando ed ha avuto infatti il peggior cinemascore della carriera di Nolan, appena B.

A questo punto la Warner, che dovrebbe lanciare Wonder Woman 1984 il 2 ottobre e Dune a dicembre, sta pensando di spostarli in avanti, lasciando le sale a Nolan, ancora per qualche settimana.

Tanto, considerati i dati, la concorrenza resterà assai poca e la possibile riapertura delle sale a New York e in California, potrebbe far alzare di nuovo i numeri.

Purtroppo la realtà è che in questo momento un’uscita in sala non ha alcun significato logico e commerciale per i grandi blockbuster che devono macinare numeri vertiginosi in breve tempo.

Quel modello di business è inapplicabile, almeno momentaneamente.

Non abbiamo ancora i dati di Disney+su Mulan, distribuito a 30 dollari negli States e 22 euro in Italia, ma se anche solo un decimo degli abbonati alla piattaforma ha acquistato il film, la Disney ci ha guadagnato il doppio.

Peraltro The New Mutants della Fox, sia pure disastroso come raccontano i pochi che l’hanno visto, ha incassato appena 12 milioni in due settimane, con una caduta del 58%.

Per ora Disney ha confermato Black Widow al 6 novembre, ma cosa succederà quando analizzeranno i dati di Tenet?

A novembre peraltro è prevista anche l’uscita di No Time To Die. Se anche WW84 si spostasse in quel mese, avremmo fin troppi polli per un pollaio che si è ridotto ad una gabbia piccolissima.

Continuiamo a monitorare la situazione, ma si annuncia un autunno/inverno difficilissimo per la distribuzione e l’esercizio.

 

 

 

Un pensiero riguardo “Tenet incassa appena 20 milioni negli Stati Uniti: la Warner pensa al rinvio per WW84 e Dune…”

  1. Purtroppo non è periodo per fare uscire questo blockbuster. La gente non va al cinema con il Covid, certi cinema hanno chiuso e non riaprono e ci sono tanti problemi. È normale che avrebbero rimandato tutto.

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.