Annunci

I consigli della settimana

Cafè Society

Quattro ottimi film in uscita nel weekend, che arrivano dal Festival di Cannes e da quello di Venezia, sia pure in annate differenti.

Cominciamo da Café Society, l’ultimo film di Woody Allen interpretato da Jesse Eisenberg, nel classico ruolo dell’alter ego, Steve Carell, Blake Lively e dalla sempre più convincente Kristen Stewart.

Il film è una reverie ambientata ai tempi della Hollywood classica, tra produttori tuttofare, segretarie che sognano la gloria, giovani scrittori che tentano la sorte. Illuminato dalla fotografia sontuosa e scintillante di Vittorio Storaro, per la prima volta alla corte di Allen, Café Society è un film deliziosamente agrodolce, tra i migliori di questo crepuscolo autoriale, nel quale la comicità è tutta riservata alla famiglia ebraica e newyorkese del protagonista, invischiata in traffici loschi, con il solito divertito cinismo.

Lontanissimo dalla sensibilità alleniana, The Assassin del maestro taiwanese Hou Hsiao Hsien, è distribuito da Movies Inspired in 13 sale, a distanza di un anno e mezzo dalla prima al festival di Cannes, dove vinse il premio per la migliore regia.

Il film è un wuxia poco interessato alla dinamica dei combattimenti, che vira presto nel melò languido, asservito agli inganni del passato.

Ritmi estenuanti, grandissima eleganza formale, cinema d’autore come quasi non se ne fa più.

Da Venezia invece arrivano i due film italiani più applauditi della rassegna: Indivisibili, presentato alle Giornate degli Autori e forse meritevole del concorso al posto dei tre debolissimi selezionati, è firmato da Edoardo de Angelis, al suo terzo film dopo Mozzarella Stories e Perez.

Viola e Dasy sono due gemelle siamesi che cantano ai matrimoni e alle feste e, grazie alle loro esibizioni, danno da vivere a tutta la famiglia. Le cose vanno bene fino a quando non scoprono di potersi dividere perché il loro sogno è la normalità… un gelato, viaggiare, ballare, bere vino senza temere che l’altra si ubriachi… fare l’amore. “Perché sono femmina”.

Nel cast oltre alle due bravissime gemelle Angela e Marianna Fontana, anche Antonia Truppo, fresca vincitrice del David con Lo chiamavano Jeeg Robot, Tony Laudadio e Peppe Servillo.

Il soggetto è di Nicola Guaglianone (Lo chiamavano Jeeg Robot), le musiche di Enzo Avitabile.

Distribuisce Medusa.

L’ultimo dei segnalati è un documentario che ha vinto a sorpresa la sezione Orizzonti: Liberami, firmato da Federica Di Giacomo.

Un film sul ritorno dell’esorcismo nel mondo contemporaneo. Ogni anno sempre più persone chiamano “possessione” il loro malessere, in Italia, in Europa, nel mondo. La Chiesa risponde all’emergenza spirituale nominando un numero crescente di preti esorcisti ed organizzando corsi di formazione. Padre Cataldo è un veterano, tra gli esorcisti più ricercati in Sicilia e non solo, celebre per il carattere combattivo ed instancabile. Ogni martedì Gloria, Enrico, Anna e Giulia seguono, insieme a tantissimi altri, la messa di liberazione di padre Cataldo e cercano la cura ad un disagio che non trova risposte né etichette. Fino a dove ognuno di noi, credente o meno, è disposto ad arrivare purché qualcuno riconosca il nostro male? Cosa siamo disposti a fare per essere liberati qui ed ora? 

Distribuisce I Wonder Pictures.

Seguite i link alle nostre recensioni per saperne di più…

Weekend del 29 settembre 2016

Café Society di W.Allen **1/2

The Assassin di H.H.Hsien ***

Indivisibili di E.De Angelis

Liberami di F.Di Giacomo

 

Annunci

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: