The Hateful Eight a 70mm: il regalo di Natale di Quentin Tarantino

hateful-eight-poster-comic-con

Nella featurette che pubblichiamo, Samuel L.Jackson e Quentin Tarantino spiegano la scelta di girare The Hateful Eight in pellicola, nel formato Ultra Panavision, proiettato a 70mm in 100 cinema negli Stati Uniti, a partire dal giorno di Natale.

E’ un formato ormai desueto, che Hollywood aveva inventato negli anni ’60 per contrastare l’avvento delle prime televisioni. Il cinema diventava allora sempre più grande, sempre più colorato e kolossal.

L’Ultra Panavision usava una lente anamorfica di conversione di 1,25x proiettando un’immagine di 2,76:1, tra le più larghe mai viste in una sala cinematografica.

Tarantino ha utilizzato macchine da presa nuove, ma lenti di quel periodo che non erano più state usate negli ultimi 50 anni. Esattamente dal film Karthoum del 1966.

Se la crociata di Tarantino contro il digitale ci si è sempre parsa esagerata e parossistica, non c’è dubbio però che il recupero dei grandi formati in pellicola, che pure Nolan, J.J.Abrams e Anderson prediligono, è operazione tutt’altro che nostalgica.

E indubbio infatti che la qualità fotografica della pellicola a grande formato, a scorrimento verticale, rimanga ineguagliata. Nel nuovo secolo solo Samsara di Fricke e The Master sono stati girati interamente a 65mm. Ma Nolan ha girato in IMAX 65mm diverse scene degli ultimi suoi quattro film e Gareth Edwards, incaricato di dirigere Rogue One: A Star Wars Story, ha deciso anche lui, di utilizzare in alcune scene il 65mm Ultra Panavision.

La Weinstein Company pare abbia contribuito alla riconversione di gran parte delle 100 sale che lo proietteranno: la spesa stimata per un nuovo sistema di proiezione a 70mm e relativo audio, dovrebbe aggirarsi sui 60-70.000 dollari.

Il film girerà in una sorta di road show per gli Stati Uniti, solo in questo formato, per le prime due settimane. Solo successivamente si espanderà a livello nazionale e in digitale.

E’ il regalo che Quentin Tarantino ha fatto a tutti i suoi spettatori e quello che la Weinstein ha fatto a Mr.T, pietra angolare della casa di produzione newyorkese.

E secondo quanto promesso da Samuel L.Jackson, un biglietto per una di queste proiezioni speciali,”it’s the only present you’re gonna want this Christmas”.

Chissà se qualcuno in Italia avrà il coraggio di proporlo in pellicola. Forse l’Arcadia di Melzo?

 

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.