Locarno 2014. Il programma del festival

LOC67-pardo-4-POS-1024x674

Svelato questa mattina il programma del prossimo Festival di Locarno.

Oltre a Lucy di Besson che aprirà, in Piazza Grande ci saranno anche Il Gattopardo di Visconti, Sils Maria di Assayas, Geronimo di Gatlif, già visti a Cannes, The Hundred-Foot Journey di Lasse Hallström, nonchè Le plages d’Agnes a festeggiare il Pardo d’Onore ad Agnes Varda.

Il resto è pressochè sconosciuto.

Nel concorso si segnalano invece i nuovi film di Lav Diaz e Pedro Costa.

L’unico italiano in gara è Perfidia di Bonifacio Angius. Fuori concorso Sul vulcano di Gianfranco Pannone.

Italianissima anche la retrospettiva, dedicata alla Titanus di Goffredo Lombardo.

Il programma completo della 67ma edizione del Festival internazionale del film di Locarno lo trovate sul sito. Di seguito le sezioni principali:

Piazza Grande
Lucy, Luc Besson (Francia)
Dancing Arabs, Eran Riklis (Israele)
Love Island, Jeremila Žbanić (Croazia/Germania/Svizzera/Bosnia Erzegovina)
A Hitman’s Solitude before the Shot, Florian Mischa Böder (Germania)
Hin und weg, Christian Zübert (Germania)
Il Gattopardo, Luchino Visconti (Italia/Francia)
Marie Huertin, Jean-Pierre Améris (Francia)
The Beaches of Agnes, Agnès Varda (Francia)
A la vie, Jean-jacques Zilbermann (Francia)
The Hundred-Foot Journey, Lasse Hallström (Stati Uniti)
Schweizer Helden, Peter Luisi (Svizzera)
Pause, Mathieu Urfer (Svizzera)
Clouds of Sils Maria, Olivier Assayas (Francia/Germania/Svizzera)
Land Ho! Aaron Katz e Martha Stephens (Stati Uniti/Islanda)
Geronimo [+], Tony Gatlif (Francia)

Competizione internazionale
A Blast, Syllas Tzoumerkas (Grecia/Germania/Paesi Bassi)
Alive, Park Jungbum (Corea del Sud)
Cavalo dinheiro, Pedro Costa (Portogallo)
Cure – The Life of Another, Andrea Štaka (Svizzera/Croazia/Bosnia Erzegovina)
Dos disparos, Marín Rejtman (Argentina/Cile/Germania/Paesi Bassi)
Durak, Yury Bykov (Russia)
Fidelio, l’odyssée d’Alice, Lucie Borleteau (Francia)
Gyeongju, Jamie Seo (Corea del Sud)
La princesa de Francia, Matías Piñeiro (Argentina)
La sapienza, Eugène Green (Francia/Italia)
L’abri, Fernand Melgar (Svizzera)
Listen up Philip, Alex Ross Perry (Stati Uniti)
Mula sa kung ano ang noon, Lav Diaz (Filippine)
Nuits blanches sur la jetée, Paul Vecchiali (Francia)
Perfidia, Bonifacio Angius (Italia)
The Iron Ministry, J.P. Sniadecki (Cina/Stati Uniti)
Ventos de agosto, Gabriel Mascaro (Brasile)

Cineasti del presente
Buzzard, Joel Potrykus (Stati Uniti)
Christmas, Again, Charles Poekel (Stati Uniti)
Exit, Chienn Hsiang (Taiwan/Hong Kong)
Frère et sœur, Daniel Touati (Francia)
Hold Your Breath Like a Lover, Kohei Igarashi (Giappone)
La creazione di significato, Simone Rapisarda Casanova (Canada/Italia)
Lelaki harapan dunia, Liew Seng Tat (Malesia/Paesi Bassi/Germania/Francia)
Los enemigos del dolor, Arauco Hernández (Uruguay/Brasile)
Los hongos, Oscar Ruiz Navia (Colombia/Francia/Argentina/Germania)
Navajazo, Ricardo Silva (Messico)
Sae-chul-bal, Jang Woojin (Corea del Sud)
Songs from the North, Soon-Mi Yoo (Stati Uniti, Corea del Sud/Portogallo)
Sud eau nord déplacer, Antoine Boutet (Francia)
They Chased Me Through Arizona, Matthias Huser (Svizzera/Polonia)
Un jeune poète, Damien Manivel (Francia)

Fuori concorso – lungometraggi
A propos de Venise, Jean-Marie Straug (Francia/Svizzera)
Goodbye to Language, Jean-Luc Godard (Francia)
Creep, Patrick Brice (Stati Uniti)
Cutaway, Kazik Radwanski (Canada)
Dang an (The Dossier), Zhu Rikun (Cina)
Dialogue d’ombres, Jean-Marie Straub e Danièle Huillet (Francia/Svizzera)
Homo Faber (trois femmes), Richard Dindo (Svizzera)
Le temps perdu, Pierre Schoeller (Francia)
Lisbon Revisited, Edgar Pêra (Portogallo)
Parole di Kamikaze (I, kamikaze), Masa Sawada (Francia)
Poder dos afetos, Helena Ignez (Brasile)
Sul vulcano, Gianfranco Pannone (Italia)
The Tony Longo Trilogy, Thom Andersen (Stati Uniti)
Yalom’s Cure, Sabine Gisiger (Svizzera)

Fuori concorso – Signs of Life
Al-Rakib Al-Khaled (The Immortal Sergeant), Ziad Kalthoum (Siria)
Amori e metamorfosi, Yanira Yariv (Francia/Italia)
Antigona despierta, Lupe Pérez García (Spagna)
Com os punhos cerrados, Pedro Diogenes, Ricardo Pterri e Luiz Pretti (Brasile)
El escarabajo de oro, Alejo Moguillansky e Fia-Stina Sandlund(Argentina/Danimarca/Svezia)
Favula, Raul Perrone (Argentina)
Fils de, Hervé-Pierre Gustave (HPG) (Francia)
Fort Buchanan, Benjamin Crotty (Francia/Tunisia)
Los ausentes, Nicolás Pereda (Messico/Spagna/Francia)

Festival_del_film_Locarno_2014

Durante la conferenza stampa di oggi, giovedì 17 luglio, è stato annunciato il programma ufficiale del 67° Festival del film Locarno.

Scarica la cartella stampa completa.

Annunciato oggi anche il Pardo alla carriera a Jean-Pierre Léaud.

Saranno inoltre presenti a Locarno, fra gli altri, Dario Argento, Olivier Assayas, Luc Besson, Juliette Binoche, Garrett Brown, Suzanne Clément, Pedro Costa, Julie Depardieu, Lav Diaz, Víctor Erice, Mia Farrow, Florian David Fitz, Hippolyte Girardot, Melanie Griffith, HPG, Fernand Melgar, Armin Mueller-Stahl, Rita Pavone, Alex Ross Perry, Matías Piñeiro, Jonathan Price, Martín Rejtman, Eran Riklis, Jason Schwartzmann, Nansun Shi, Aleksandr Sokurov, Andrea Štaka, Agnès Varda, Paul Vecchiali.

Il Presidente del Festival, Marco Solari, commenta: “Alta qualità artistica e tecnica, efficienza operativa, rigore finanziario, sono la base del nostro lavoro quotidiano. Questa è la combinazione che colloca Locarno tra i festival internazionali che contano. Dobbiamo però essere vigili in merito alle strutture che devono sapersi continuamente rinnovare.”

Il programma con la selezione dei film, gli ospiti e gli eventi è consultabile sul sito Pardo Live, visitando le diverse sezioni:

Piazza Grande: i 16 film proiettati in Piazza Grande, la sala cinematografica all’aperto che riunisce ogni sera fino a 8’000 spettatori.

Concorso internazionale: 17 lungometraggi, di cui 13 in prima mondiale, in competizione per il Pardo d’oro.

Concorso Cineasti del presente: il concorso dedicato alla scoperta, comprende 15 fra opere prime e seconde.

Signs of Life: la nuova sezione indaga i territori di frontiera del cinema, tra nuove forme narrative e innovazione del linguaggio.

Fuori concorso: spazio aperto alle opere di maestri del cinema e registi di rilievo internazionale.

Pardi di domani: i concorsi dedicati ai cortometraggi.

Histoire(s) du cinéma: la storia del cinema presentata dai suoi protagonisti.

Premi speciali: i riconoscimenti del Festival di Locarno ad artisti di fama mondiale.

Titanus. Cronaca familiare del cinema italiano: la retrospettiva dedicata al grande studio di produzione italiano.

Open Doors: la finestra sull’africa subsahariana anglofona e lusofona.

Le immagini, i presskit e i primi estratti dei film della selezione ufficiale (qualità broadcast e web) sono disponibili nell’area stampa del sito (richiedere l’accesso a press@pardo.ch).

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.